Torna a Eventi FPA

partner

ELSAG DATAMAT


E' partner di

lunedì, 17 Maggio 2010

11:00
11:50

Energy Management: Ottimizzazione dei costi energetici[w.34a]

La continua evoluzione del mercato dell’energia in Italia, unitamente ai costi altamente volatili dei combustibili e alla maggiore attenzione dell’opinione pubblica, dei governi nazionali e internazionali sul tema del risparmio energetico, inducono i grossi clienti “energivori” ad attivare dei processi tesi al:

  • contenimento della spesa complessiva
  • Efficientamentoe attuazione di politiche per la riduzione degli impatti ambientali.

 

Porteremo l’esperienza, rilevante, nel settore dell’energia (progetti per Generation Company, aziende di Trading e di Vendita ) che ci ha consentito di acquisire una profonda conoscenza di processi, mercato e strutture contrattuali, quale opportunità per i Clienti finali per la gestione e il monitoraggio dei costi energetici.

lunedì, 17 Maggio 2010

12:00
12:50

Sicurezza gestita e Security Intelligence all’opera[w.32a]

Il master si inserisce nel panorama delle soluzioni di Sicurezza Logica esplorandone alcuni paradigmi innovativi:

  • L’integrazione tra sicurezza logica e fisica mediante una valutazione unitaria dei rischi e delle contromisure
  • L’opportunità di partire non dall’implementazione delle tecnologie, ma dall’analisi dei processi basata sui modelli di Governance per poi arrivare ai processi tecnologici solo a valle
  • L’esigenza di un processo di Intelligence alla base della gestione real-time degli incidenti informatici per la realizzazione del più adeguato livello di sicurezza per i Clienti
  • L’importanza di attuare sistemi di controllo difensivo per la verifica di corretta implementazione e funzionamento delle contromisure procedurali e tecnologiche, in grado di creare un feedback positivo per il sistema di sicurezza andando ad evidenziare le aree di miglioramento in entrambi gli ambiti .

Analizzeremo alcuni case study, a dimostrazione pratica dell’attuazione di tali processi.

lunedì, 17 Maggio 2010

14:30
15:20

Il VoIP al servizio della innovazione tecnologica e di processo nella PA[w.31a]

La tecnologia VoIP (Voice over IP) consente di integrare in un’unica infrastruttura le due tecnologie di comunicazione più diffuse: la voce ed internet. Dal punto di vista tecnologico tale integrazione ha raggiunto un livello di affidabilità, efficienza e maturità per la diffusione su larga scala ed  è oggi parte integrante degli investimenti ICT delle piccole, medie e grandi imprese così come della Pubblica Amministrazione. La tecnologia  VoIP rappresenta un elemento  importante non solo  per i benefici economici nella riduzione dei costi operativi e di gestione di telefonia,  ma anche per il ruolo chiave nell’innovazione dei processi aziendali ed organizzativi e nell’efficienza dei servizi, attraverso soluzioni di comunicazione integrata.

Per facilitare la diffusione della tecnologia del VoIP e della comunicazione integrata sono però necessari modelli di business e governance che, salvaguardando  i ritorni sugli investimenti nelle infrastrutture, permettano di uscire da una sostanziale staticità del mercato ICT.

Il master propone una panoramica  dello stato dell’arte sulla tecnologia VoIP, inquadrata nel contesto ICT del paese, ed orientata alle esigenze della PA, portando l’esperienza in ambito networking di  Elsag Datamat, una delle più grandi realtà nazionali nel settore dell’ICT.

lunedì, 17 Maggio 2010

15:30
16:20

Cultura della collaborazione: utopia o opportunità?[w.33a]

Le evoluzioni tecnologiche di questi ultimi anni, le nuove forme di comunicazione mediata dal computer, i social network mostrano  quanto  gli esseri umani abbiano nel loro DNA la necessità, la voglia, l’impellenza di connettersi, di partecipare, di fare parte di un tutt’uno. Internet è sempre di più la rappresentazione tangibile di qualcosa che sta dentro di noi, la proiezione macro di un’esigenza micro.  La cultura della collaborazione è la risposta organizzativa al bisogno di essere e vivere in questa epoca, la risposta alla sopravvivenza, competizione, globalizzazione e complessità della vita contemporanea. La valorizzazione del capitale umano diventa quindi l’elemento chiave in un mondo imprevedibile, e poiché solo l’agilità e la creatività di ogni singolo individuo possono reagire al caos, ogni goccia di intelligenza non può più andare persa. Mettere i cittadini al centro  necessita di una rivisitazione dei processi e delle dinamiche che da sempre regolano il comportamento organizzativo.  Ci sono tuttavia segnali incoraggianti, best practice che indicano percorsi possibili:  analizzandoli si possono trarre indicazioni utili su come è possibile affrontare la complessità del mondo contemporaneo.  Si tratta di progetti con stakeholder che  hanno avuto il coraggio di mettersi in discussione, cercando all’interno dei soliti vincoli (organizzativi, temporali, umani, economici) una strada alternativa, un sogno che prima era solo possibile ma poi è diventato realtà.

lunedì, 17 Maggio 2010

16:30
17:20

Disaster Recovery: la gestione dell’emergenza nelle infrastrutture tradizionali e nel Cloud Computing[w.44a]

Disastri naturali, guasti hardware e minacce informatiche rappresentano i principali motivi di preoccupazione che inducono gli IT manager ad adottare strumenti di Disaster Recovery (DR). La maggior parte delle organizzazioni dipendono in larga misura dai Sistemi Informativi e la loro interruzione, anche per pochi giorni, può provocare gravi perdite d’immagine, causare danni economici e finanziari ed impedire lo svolgimento di attività critiche o vitali per i cittadini.

La criticità di questi eventi è ben rappresentata dal fatto che le statistiche disponibili per il settore privato ci dicono che, su 5 aziende colpite da un disastro esteso in assenza di procedure di gestione dell’emergenza, 2 non riaprono e 1 riapre ma fallisce mediamente entro due anni.

Elsag Datamat presenterà modelli e metodi di implementazione di un servizio di DR sulla base della consistente esperienza acquisita nel realizzare questo tipo di soluzioni. Saranno esaminati temi relativi sia agli aspetti tecnologici della soluzione sia agli aspetti organizzativi, fondamentali per rendere la soluzione tecnologica efficace in uno scenario di reale disastro: ovvero sarà mostrato ciò che compone un Piano di reazione all’emergenza o Disaster Recovery Plan (DRP).

Dal punto di vista tecnologico introdurremo anche il tema della gestione delle infrastrutture in ottica Cloud Computing, mostrando come l’adozione di sistemi di virtualizzazione ed automazione costituisce un elemento abilitante essenziale per la creazione di ambienti adatti per un DR di elevate prestazioni.

martedì, 18 Maggio 2010

10:00
10:50

Sicurezza gestita e Security Intelligence all’opera[w.32b]

Il master si inserisce nel panorama delle soluzioni di Sicurezza Logica esplorandone alcuni paradigmi innovativi:

  • L’integrazione tra sicurezza logica e fisica mediante una valutazione unitaria dei rischi e delle contromisure
  • L’opportunità di partire non dall’implementazione delle tecnologie, ma dall’analisi dei processi basata sui modelli di Governance per poi arrivare ai processi tecnologici solo a valle
  • L’esigenza di un processo di Intelligence alla base della gestione real-time degli incidenti informatici per la realizzazione del più adeguato livello di sicurezza per i Clienti
  • L’importanza di attuare sistemi di controllo difensivo per la verifica di corretta implementazione e funzionamento delle contromisure procedurali e tecnologiche, in grado di creare un feedback positivo per il sistema di sicurezza andando ad evidenziare le aree di miglioramento in entrambi gli ambiti .

Analizzeremo alcuni case study, a dimostrazione pratica dell’attuazione di tali processi.

martedì, 18 Maggio 2010

11:00
11:50

Energy Management: Ottimizzazione dei costi energetici[w.34b]

La continua evoluzione del mercato dell’energia in Italia, unitamente ai costi altamente volatili dei combustibili e alla maggiore attenzione dell’opinione pubblica, dei governi nazionali e internazionali sul tema del risparmio energetico, inducono i grossi clienti “energivori” ad attivare dei processi tesi al:

  • contenimento della spesa complessiva
  • Efficientamentoe attuazione di politiche per la riduzione degli impatti ambientali.

 

Porteremo l’esperienza, rilevante, nel settore dell’energia (progetti per Generation Company, aziende di Trading e di Vendita ) che ci ha consentito di acquisire una profonda conoscenza di processi, mercato e strutture contrattuali, quale opportunità per i Clienti finali per la gestione e il monitoraggio dei costi energetici.

martedì, 18 Maggio 2010

12:00
12:50

Cultura della collaborazione: utopia o opportunità?[w.33b]

Le evoluzioni tecnologiche di questi ultimi anni, le nuove forme di comunicazione mediata dal computer, i social network mostrano  quanto  gli esseri umani abbiano nel loro DNA la necessità, la voglia, l’impellenza di connettersi, di partecipare, di fare parte di un tutt’uno. Internet è sempre di più la rappresentazione tangibile di qualcosa che sta dentro di noi, la proiezione macro di un’esigenza micro.  La cultura della collaborazione è la risposta organizzativa al bisogno di essere e vivere in questa epoca, la risposta alla sopravvivenza, competizione, globalizzazione e complessità della vita contemporanea. La valorizzazione del capitale umano diventa quindi l’elemento chiave in un mondo imprevedibile, e poiché solo l’agilità e la creatività di ogni singolo individuo possono reagire al caos, ogni goccia di intelligenza non può più andare persa. Mettere i cittadini al centro  necessita di una rivisitazione dei processi e delle dinamiche che da sempre regolano il comportamento organizzativo.  Ci sono tuttavia segnali incoraggianti, best practice che indicano percorsi possibili:  analizzandoli si possono trarre indicazioni utili su come è possibile affrontare la complessità del mondo contemporaneo.  Si tratta di progetti con stakeholder che  hanno avuto il coraggio di mettersi in discussione, cercando all’interno dei soliti vincoli (organizzativi, temporali, umani, economici) una strada alternativa, un sogno che prima era solo possibile ma poi è diventato realtà.

martedì, 18 Maggio 2010

14:30
15:20

Sicurezza gestita e Security Intelligence all’opera[w.32c]

Il master si inserisce nel panorama delle soluzioni di Sicurezza Logica esplorandone alcuni paradigmi innovativi:

  • L’integrazione tra sicurezza logica e fisica mediante una valutazione unitaria dei rischi e delle contromisure
  • L’opportunità di partire non dall’implementazione delle tecnologie, ma dall’analisi dei processi basata sui modelli di Governance per poi arrivare ai processi tecnologici solo a valle
  • L’esigenza di un processo di Intelligence alla base della gestione real-time degli incidenti informatici per la realizzazione del più adeguato livello di sicurezza per i Clienti
  • L’importanza di attuare sistemi di controllo difensivo per la verifica di corretta implementazione e funzionamento delle contromisure procedurali e tecnologiche, in grado di creare un feedback positivo per il sistema di sicurezza andando ad evidenziare le aree di miglioramento in entrambi gli ambiti .

Analizzeremo alcuni case study, a dimostrazione pratica dell’attuazione di tali processi.

martedì, 18 Maggio 2010

15:30
16:20

Il VoIP al servizio della innovazione tecnologica e di processo nella PA[w.31b]

La tecnologia VoIP (Voice over IP) consente di integrare in un’unica infrastruttura le due tecnologie di comunicazione più diffuse: la voce ed internet. Dal punto di vista tecnologico tale integrazione ha raggiunto un livello di affidabilità, efficienza e maturità per la diffusione su larga scala ed  è oggi parte integrante degli investimenti ICT delle piccole, medie e grandi imprese così come della Pubblica Amministrazione. La tecnologia  VoIP rappresenta un elemento  importante non solo  per i benefici economici nella riduzione dei costi operativi e di gestione di telefonia,  ma anche per il ruolo chiave nell’innovazione dei processi aziendali ed organizzativi e nell’efficienza dei servizi, attraverso soluzioni di comunicazione integrata.

Per facilitare la diffusione della tecnologia del VoIP e della comunicazione integrata sono però necessari modelli di business e governance che, salvaguardando  i ritorni sugli investimenti nelle infrastrutture, permettano di uscire da una sostanziale staticità del mercato ICT.

Il master propone una panoramica  dello stato dell’arte sulla tecnologia VoIP, inquadrata nel contesto ICT del paese, ed orientata alle esigenze della PA, portando l’esperienza in ambito networking di  Elsag Datamat, una delle più grandi realtà nazionali nel settore dell’ICT.

martedì, 18 Maggio 2010

16:30
17:20

Disaster Recovery: la gestione dell’emergenza nelle infrastrutture tradizionali e nel Cloud Computing[w.44b]

Disastri naturali, guasti hardware e minacce informatiche rappresentano i principali motivi di preoccupazione che inducono gli IT manager ad adottare strumenti di Disaster Recovery (DR). La maggior parte delle organizzazioni dipendono in larga misura dai Sistemi Informativi e la loro interruzione, anche per pochi giorni, può provocare gravi perdite d’immagine, causare danni economici e finanziari ed impedire lo svolgimento di attività critiche o vitali per i cittadini.

La criticità di questi eventi è ben rappresentata dal fatto che le statistiche disponibili per il settore privato ci dicono che, su 5 aziende colpite da un disastro esteso in assenza di procedure di gestione dell’emergenza, 2 non riaprono e 1 riapre ma fallisce mediamente entro due anni.

Elsag Datamat presenterà modelli e metodi di implementazione di un servizio di DR sulla base della consistente esperienza acquisita nel realizzare questo tipo di soluzioni. Saranno esaminati temi relativi sia agli aspetti tecnologici della soluzione sia agli aspetti organizzativi, fondamentali per rendere la soluzione tecnologica efficace in uno scenario di reale disastro: ovvero sarà mostrato ciò che compone un Piano di reazione all’emergenza o Disaster Recovery Plan (DRP).

Dal punto di vista tecnologico introdurremo anche il tema della gestione delle infrastrutture in ottica Cloud Computing, mostrando come l’adozione di sistemi di virtualizzazione ed automazione costituisce un elemento abilitante essenziale per la creazione di ambienti adatti per un DR di elevate prestazioni.

mercoledì, 19 Maggio 2010

10:00
10:50

Il VoIP al servizio della innovazione tecnologica e di processo nella PA[w.31c]

La tecnologia VoIP (Voice over IP) consente di integrare in un’unica infrastruttura le due tecnologie di comunicazione più diffuse: la voce ed internet. Dal punto di vista tecnologico tale integrazione ha raggiunto un livello di affidabilità, efficienza e maturità per la diffusione su larga scala ed  è oggi parte integrante degli investimenti ICT delle piccole, medie e grandi imprese così come della Pubblica Amministrazione. La tecnologia  VoIP rappresenta un elemento  importante non solo  per i benefici economici nella riduzione dei costi operativi e di gestione di telefonia,  ma anche per il ruolo chiave nell’innovazione dei processi aziendali ed organizzativi e nell’efficienza dei servizi, attraverso soluzioni di comunicazione integrata.

Per facilitare la diffusione della tecnologia del VoIP e della comunicazione integrata sono però necessari modelli di business e governance che, salvaguardando  i ritorni sugli investimenti nelle infrastrutture, permettano di uscire da una sostanziale staticità del mercato ICT.

Il master propone una panoramica  dello stato dell’arte sulla tecnologia VoIP, inquadrata nel contesto ICT del paese, ed orientata alle esigenze della PA, portando l’esperienza in ambito networking di  Elsag Datamat, una delle più grandi realtà nazionali nel settore dell’ICT.

mercoledì, 19 Maggio 2010

11:00
11:50

Energy Management: Ottimizzazione dei costi energetici[w.34c]

La continua evoluzione del mercato dell’energia in Italia, unitamente ai costi altamente volatili dei combustibili e alla maggiore attenzione dell’opinione pubblica, dei governi nazionali e internazionali sul tema del risparmio energetico, inducono i grossi clienti “energivori” ad attivare dei processi tesi al:

  • contenimento della spesa complessiva
  • Efficientamentoe attuazione di politiche per la riduzione degli impatti ambientali.

 

Porteremo l’esperienza, rilevante, nel settore dell’energia (progetti per Generation Company, aziende di Trading e di Vendita ) che ci ha consentito di acquisire una profonda conoscenza di processi, mercato e strutture contrattuali, quale opportunità per i Clienti finali per la gestione e il monitoraggio dei costi energetici.

mercoledì, 19 Maggio 2010

12:00
12:50

Cultura della collaborazione: utopia o opportunità?[w.33c]

Le evoluzioni tecnologiche di questi ultimi anni, le nuove forme di comunicazione mediata dal computer, i social network mostrano  quanto  gli esseri umani abbiano nel loro DNA la necessità, la voglia, l’impellenza di connettersi, di partecipare, di fare parte di un tutt’uno. Internet è sempre di più la rappresentazione tangibile di qualcosa che sta dentro di noi, la proiezione macro di un’esigenza micro.  La cultura della collaborazione è la risposta organizzativa al bisogno di essere e vivere in questa epoca, la risposta alla sopravvivenza, competizione, globalizzazione e complessità della vita contemporanea. La valorizzazione del capitale umano diventa quindi l’elemento chiave in un mondo imprevedibile, e poiché solo l’agilità e la creatività di ogni singolo individuo possono reagire al caos, ogni goccia di intelligenza non può più andare persa. Mettere i cittadini al centro  necessita di una rivisitazione dei processi e delle dinamiche che da sempre regolano il comportamento organizzativo.  Ci sono tuttavia segnali incoraggianti, best practice che indicano percorsi possibili:  analizzandoli si possono trarre indicazioni utili su come è possibile affrontare la complessità del mondo contemporaneo.  Si tratta di progetti con stakeholder che  hanno avuto il coraggio di mettersi in discussione, cercando all’interno dei soliti vincoli (organizzativi, temporali, umani, economici) una strada alternativa, un sogno che prima era solo possibile ma poi è diventato realtà.

mercoledì, 19 Maggio 2010

14:30
15:20

Sicurezza gestita e Security Intelligence all’opera[w.32d]

Il master si inserisce nel panorama delle soluzioni di Sicurezza Logica esplorandone alcuni paradigmi innovativi:

  • L’integrazione tra sicurezza logica e fisica mediante una valutazione unitaria dei rischi e delle contromisure
  • L’opportunità di partire non dall’implementazione delle tecnologie, ma dall’analisi dei processi basata sui modelli di Governance per poi arrivare ai processi tecnologici solo a valle
  • L’esigenza di un processo di Intelligence alla base della gestione real-time degli incidenti informatici per la realizzazione del più adeguato livello di sicurezza per i Clienti
  • L’importanza di attuare sistemi di controllo difensivo per la verifica di corretta implementazione e funzionamento delle contromisure procedurali e tecnologiche, in grado di creare un feedback positivo per il sistema di sicurezza andando ad evidenziare le aree di miglioramento in entrambi gli ambiti .

Analizzeremo alcuni case study, a dimostrazione pratica dell’attuazione di tali processi.

mercoledì, 19 Maggio 2010

15:30
16:20

Disaster Recovery: la gestione dell’emergenza nelle infrastrutture tradizionali e nel Cloud Computing[w.44c]

Disastri naturali, guasti hardware e minacce informatiche rappresentano i principali motivi di preoccupazione che inducono gli IT manager ad adottare strumenti di Disaster Recovery (DR). La maggior parte delle organizzazioni dipendono in larga misura dai Sistemi Informativi e la loro interruzione, anche per pochi giorni, può provocare gravi perdite d’immagine, causare danni economici e finanziari ed impedire lo svolgimento di attività critiche o vitali per i cittadini.

La criticità di questi eventi è ben rappresentata dal fatto che le statistiche disponibili per il settore privato ci dicono che, su 5 aziende colpite da un disastro esteso in assenza di procedure di gestione dell’emergenza, 2 non riaprono e 1 riapre ma fallisce mediamente entro due anni.

Elsag Datamat presenterà modelli e metodi di implementazione di un servizio di DR sulla base della consistente esperienza acquisita nel realizzare questo tipo di soluzioni. Saranno esaminati temi relativi sia agli aspetti tecnologici della soluzione sia agli aspetti organizzativi, fondamentali per rendere la soluzione tecnologica efficace in uno scenario di reale disastro: ovvero sarà mostrato ciò che compone un Piano di reazione all’emergenza o Disaster Recovery Plan (DRP).

Dal punto di vista tecnologico introdurremo anche il tema della gestione delle infrastrutture in ottica Cloud Computing, mostrando come l’adozione di sistemi di virtualizzazione ed automazione costituisce un elemento abilitante essenziale per la creazione di ambienti adatti per un DR di elevate prestazioni.

mercoledì, 19 Maggio 2010

16:30
17:20

Cultura della collaborazione: utopia o opportunità?[w.33d]

Le evoluzioni tecnologiche di questi ultimi anni, le nuove forme di comunicazione mediata dal computer, i social network mostrano  quanto  gli esseri umani abbiano nel loro DNA la necessità, la voglia, l’impellenza di connettersi, di partecipare, di fare parte di un tutt’uno. Internet è sempre di più la rappresentazione tangibile di qualcosa che sta dentro di noi, la proiezione macro di un’esigenza micro.  La cultura della collaborazione è la risposta organizzativa al bisogno di essere e vivere in questa epoca, la risposta alla sopravvivenza, competizione, globalizzazione e complessità della vita contemporanea. La valorizzazione del capitale umano diventa quindi l’elemento chiave in un mondo imprevedibile, e poiché solo l’agilità e la creatività di ogni singolo individuo possono reagire al caos, ogni goccia di intelligenza non può più andare persa. Mettere i cittadini al centro  necessita di una rivisitazione dei processi e delle dinamiche che da sempre regolano il comportamento organizzativo.  Ci sono tuttavia segnali incoraggianti, best practice che indicano percorsi possibili:  analizzandoli si possono trarre indicazioni utili su come è possibile affrontare la complessità del mondo contemporaneo.  Si tratta di progetti con stakeholder che  hanno avuto il coraggio di mettersi in discussione, cercando all’interno dei soliti vincoli (organizzativi, temporali, umani, economici) una strada alternativa, un sogno che prima era solo possibile ma poi è diventato realtà.

giovedì, 20 Maggio 2010

10:00
10:50

Cultura della collaborazione: utopia o opportunità?[w.33e]

Le evoluzioni tecnologiche di questi ultimi anni, le nuove forme di comunicazione mediata dal computer, i social network mostrano  quanto  gli esseri umani abbiano nel loro DNA la necessità, la voglia, l’impellenza di connettersi, di partecipare, di fare parte di un tutt’uno. Internet è sempre di più la rappresentazione tangibile di qualcosa che sta dentro di noi, la proiezione macro di un’esigenza micro.  La cultura della collaborazione è la risposta organizzativa al bisogno di essere e vivere in questa epoca, la risposta alla sopravvivenza, competizione, globalizzazione e complessità della vita contemporanea. La valorizzazione del capitale umano diventa quindi l’elemento chiave in un mondo imprevedibile, e poiché solo l’agilità e la creatività di ogni singolo individuo possono reagire al caos, ogni goccia di intelligenza non può più andare persa. Mettere i cittadini al centro  necessita di una rivisitazione dei processi e delle dinamiche che da sempre regolano il comportamento organizzativo.  Ci sono tuttavia segnali incoraggianti, best practice che indicano percorsi possibili:  analizzandoli si possono trarre indicazioni utili su come è possibile affrontare la complessità del mondo contemporaneo.  Si tratta di progetti con stakeholder che  hanno avuto il coraggio di mettersi in discussione, cercando all’interno dei soliti vincoli (organizzativi, temporali, umani, economici) una strada alternativa, un sogno che prima era solo possibile ma poi è diventato realtà.

giovedì, 20 Maggio 2010

11:00
11:50

Energy Management: Ottimizzazione dei costi energetici[w.34d]

La continua evoluzione del mercato dell’energia in Italia, unitamente ai costi altamente volatili dei combustibili e alla maggiore attenzione dell’opinione pubblica, dei governi nazionali e internazionali sul tema del risparmio energetico, inducono i grossi clienti “energivori” ad attivare dei processi tesi al:

  • contenimento della spesa complessiva
  • Efficientamentoe attuazione di politiche per la riduzione degli impatti ambientali.

 

Porteremo l’esperienza, rilevante, nel settore dell’energia (progetti per Generation Company, aziende di Trading e di Vendita ) che ci ha consentito di acquisire una profonda conoscenza di processi, mercato e strutture contrattuali, quale opportunità per i Clienti finali per la gestione e il monitoraggio dei costi energetici.

giovedì, 20 Maggio 2010

12:00
12:50

Il VoIP al servizio della innovazione tecnologica e di processo nella PA[w.31d]

La tecnologia VoIP (Voice over IP) consente di integrare in un’unica infrastruttura le due tecnologie di comunicazione più diffuse: la voce ed internet. Dal punto di vista tecnologico tale integrazione ha raggiunto un livello di affidabilità, efficienza e maturità per la diffusione su larga scala ed  è oggi parte integrante degli investimenti ICT delle piccole, medie e grandi imprese così come della Pubblica Amministrazione. La tecnologia  VoIP rappresenta un elemento  importante non solo  per i benefici economici nella riduzione dei costi operativi e di gestione di telefonia,  ma anche per il ruolo chiave nell’innovazione dei processi aziendali ed organizzativi e nell’efficienza dei servizi, attraverso soluzioni di comunicazione integrata.

Per facilitare la diffusione della tecnologia del VoIP e della comunicazione integrata sono però necessari modelli di business e governance che, salvaguardando  i ritorni sugli investimenti nelle infrastrutture, permettano di uscire da una sostanziale staticità del mercato ICT.

Il master propone una panoramica  dello stato dell’arte sulla tecnologia VoIP, inquadrata nel contesto ICT del paese, ed orientata alle esigenze della PA, portando l’esperienza in ambito networking di  Elsag Datamat, una delle più grandi realtà nazionali nel settore dell’ICT.

giovedì, 20 Maggio 2010

14:30
15:20

Disaster Recovery: la gestione dell’emergenza nelle infrastrutture tradizionali e nel Cloud Computing[w.44d]

Disastri naturali, guasti hardware e minacce informatiche rappresentano i principali motivi di preoccupazione che inducono gli IT manager ad adottare strumenti di Disaster Recovery (DR). La maggior parte delle organizzazioni dipendono in larga misura dai Sistemi Informativi e la loro interruzione, anche per pochi giorni, può provocare gravi perdite d’immagine, causare danni economici e finanziari ed impedire lo svolgimento di attività critiche o vitali per i cittadini.

La criticità di questi eventi è ben rappresentata dal fatto che le statistiche disponibili per il settore privato ci dicono che, su 5 aziende colpite da un disastro esteso in assenza di procedure di gestione dell’emergenza, 2 non riaprono e 1 riapre ma fallisce mediamente entro due anni.

Elsag Datamat presenterà modelli e metodi di implementazione di un servizio di DR sulla base della consistente esperienza acquisita nel realizzare questo tipo di soluzioni. Saranno esaminati temi relativi sia agli aspetti tecnologici della soluzione sia agli aspetti organizzativi, fondamentali per rendere la soluzione tecnologica efficace in uno scenario di reale disastro: ovvero sarà mostrato ciò che compone un Piano di reazione all’emergenza o Disaster Recovery Plan (DRP).

Dal punto di vista tecnologico introdurremo anche il tema della gestione delle infrastrutture in ottica Cloud Computing, mostrando come l’adozione di sistemi di virtualizzazione ed automazione costituisce un elemento abilitante essenziale per la creazione di ambienti adatti per un DR di elevate prestazioni.

giovedì, 20 Maggio 2010

15:30
16:20

Sicurezza gestita e Security Intelligence all’opera[w.32e]

Il master si inserisce nel panorama delle soluzioni di Sicurezza Logica esplorandone alcuni paradigmi innovativi:

  • L’integrazione tra sicurezza logica e fisica mediante una valutazione unitaria dei rischi e delle contromisure
  • L’opportunità di partire non dall’implementazione delle tecnologie, ma dall’analisi dei processi basata sui modelli di Governance per poi arrivare ai processi tecnologici solo a valle
  • L’esigenza di un processo di Intelligence alla base della gestione real-time degli incidenti informatici per la realizzazione del più adeguato livello di sicurezza per i Clienti
  • L’importanza di attuare sistemi di controllo difensivo per la verifica di corretta implementazione e funzionamento delle contromisure procedurali e tecnologiche, in grado di creare un feedback positivo per il sistema di sicurezza andando ad evidenziare le aree di miglioramento in entrambi gli ambiti .

Analizzeremo alcuni case study, a dimostrazione pratica dell’attuazione di tali processi.

giovedì, 20 Maggio 2010

16:30
17:20

Il VoIP al servizio della innovazione tecnologica e di processo nella PA[w.31e]

La tecnologia VoIP (Voice over IP) consente di integrare in un’unica infrastruttura le due tecnologie di comunicazione più diffuse: la voce ed internet. Dal punto di vista tecnologico tale integrazione ha raggiunto un livello di affidabilità, efficienza e maturità per la diffusione su larga scala ed  è oggi parte integrante degli investimenti ICT delle piccole, medie e grandi imprese così come della Pubblica Amministrazione. La tecnologia  VoIP rappresenta un elemento  importante non solo  per i benefici economici nella riduzione dei costi operativi e di gestione di telefonia,  ma anche per il ruolo chiave nell’innovazione dei processi aziendali ed organizzativi e nell’efficienza dei servizi, attraverso soluzioni di comunicazione integrata.

Per facilitare la diffusione della tecnologia del VoIP e della comunicazione integrata sono però necessari modelli di business e governance che, salvaguardando  i ritorni sugli investimenti nelle infrastrutture, permettano di uscire da una sostanziale staticità del mercato ICT.

Il master propone una panoramica  dello stato dell’arte sulla tecnologia VoIP, inquadrata nel contesto ICT del paese, ed orientata alle esigenze della PA, portando l’esperienza in ambito networking di  Elsag Datamat, una delle più grandi realtà nazionali nel settore dell’ICT.

Torna alla lista dei Partner