Torna a Eventi FPA

partner

POSTE ITALIANE.


E' partner di

lunedì, 17 Maggio 2010

10:00
10:50

L’utilizzo della rete di Poste Italiane in una logica 2.0[w.4a]

L’allargamento della produzione verso molteplici settori del mondo economico ha consentito a Poste di diventare, in breve tempo, anche un indispensabile partner all’attività della P.A. centrale e locale attraverso progetti dedicati e lo sviluppo di servizi di eGovernment.

L’obiettivo perseguito è la costituzione di un vero e proprio network tra Stato, cittadini e business community, attraverso il crescente sfruttamento della multicanalità di accesso ai servizi e di contatto con la clientela (uffici postali, portalettere, call center, internet, uffici postali mobili, ecc.).

Le iniziative di Poste Italiane per la Pubblica Amministrazione si inquadrano in un modello di riferimento nel quale l’Azienda gioca un duplice ruolo di “interfaccia tra il cittadino/impresa e la PA” e di “outsourcer di processi sul territorio” che consente alle Pubbliche Amministrazioni di avvalersi, nell’esercizio di alcune funzioni amministrative, di strutture e personale esterno alla propria organizzazione a vantaggio degli utenti (imprese e cittadini) per la migliore qualità e fruibilità dei servizi e con aumento dell’accessibilità e semplificazione degli adempimenti.

Poste Italiane si presenta come partner ideale nella definizione ed attuazione di nuove strategie di eGovernment e di servizi alla collettività grazie alla sua storica capillarità sul territorio nazionale, per l’unicità degli asset di cui dispone e per le competenze sviluppate.

Infatti, in sintonia con gli obiettivi di modernizzazione della Pubblica Amministrazione e riduzione del fenomeno del divario digitale il Gruppo Poste Italiane ha intrapreso da tempo una serie di iniziative volte a supportare gli Enti Locali e Centrali nelle proprie iniziative di eGovernment.

La presenza di una rete capillare rappresentata dagli uffici postali, la consistenza del call-center e della piattaforma web dedicata, la rete di logistica integrata, il recente ingresso nel campo delle comunicazioni mobili e la capacità di gestire flussi finanziari e relative rendicontazioni, unitamente alla prossima formalizzazione della concessione per il servizio CEC-PAC (Comunicazione Elettronica Certificata tra cittadino e PA) costituiscono un chiaro esempio di come Poste Italiane sia in grado di sostenere i processi evolutivi delle Pubbliche Amministrazioni in termini di semplificazione nell’accesso ai servizi.

Grazie alla relazione consolidata con la Pubblica Amministrazione, all’integrazione di competenze e infrastruttura tecnologiche e a una significativa competenza nel campo della sicurezza logica, Poste Italiane si candida pertanto, ad essere il primo eGovernment Service Provider, proponendosi come partner di riferimento nella esternalizzazione di parte delle attività proprie della Pubblica Amministrazione.

lunedì, 17 Maggio 2010

11:00
11:50

Carta Acquisti: l’Infrastruttura e le opportunità per gli enti territoriali.[w.26a]

La Carta Acquisti, nota anche come “Social Card”, è stata introdotta con decreto-legge n. 112/2008, convertito dalla legge 133/2008, con l’obiettivo di dare sostegno a cittadini in stato di particolare bisogno. La Carta Acquisti, prevede l’erogazione bimestrale da parte dello Stato, di un contributo base di 80 euro (100 per gli utilizzatori di gas naturale), a favore delle famiglie con bambini al di sotto dei tre anni di età e degli anziani che abbiano compiuto 65 anni di età - in possesso di determinati requisiti reddituali e patrimoniali - attraverso una carta elettronica prepagata abilitata per gli acquisti di generi alimentari, farmaceutici, parafarmaceutici e al pagamento delle bollette energetiche.

L’infrastruttura è stata realizzata dal Ministero dell’economia e delle finanze e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociale grazie alla collaborazione dell’INPS, dell’Agenzia delle entrate, della Consip S.p.A.. Il gestore finanziario del programma è Poste Italiane.

Obiettivo del master è illustrare agli enti locali potenzialmente interessati le modalità e le possibilità di adesione al programma Carta Acquisti.

lunedì, 17 Maggio 2010

12:00
12:50

Servizi Integrati Poste Italiane: Innovazione di servizio e di processo[w.2a]

L’offerta di Servizi Integrati di Poste Italiane.

Il Servizio Integrato Notifiche è il servizio del Gruppo Poste Italiane per la gestione integrata dell’intero processo di notifica degli atti giudiziari e delle comunicazioni amministrative.

Grazie alla disponibilità di piattaforme tecnologiche evolute e di centri specializzati dislocati sull’intero territorio nazionale, il Gruppo Poste Italiane è in grado di offrire un servizio dedicato  e di porsi come facilitatore dei rapporti tra Cittadino e Pubblica Amministrazione.

SIN consente di esternalizzare e automatizzare le attività legate al processo di notifica con un'offerta modulare che può essere personalizzata in base alle specifiche esigenze del cliente e che include i servizi di acquisizione dati, stampa e imbustamento, recapito e notifica degli atti, rendicontazione degli esiti di consegna in formato cartaceo e/o elettronico, gestione e rendicontazione dei pagamenti, archiviazione fisica e sostitutiva delle comunicazioni inviate.

Vantaggi

  • semplificazione del processo di notifica degli atti giudiziari;
  • interlocutore unico per la gestione di tutte le attività;
  • integrazione tra il servizio di notifica/comunicazione e il sistema di gestione dei pagamenti;
  • accesso on line al servizio con log-in personalizzato per la gestione in sicurezza del servizio;
  • recupero di efficienza per gli Enti locali nei processi interni;
  • gestione integrata completa di tutte le forme di corrispondenza (cartacee, ibride ed elettroniche) che favorisce il superamento del digital divide.

lunedì, 17 Maggio 2010

14:30
15:20

Da prototipo a servizio: un esempio di innovazione[w.5a]

Da oltre quattro anni l’Azienda ULSS 9 di Treviso gestisce l’intero ciclo di gestione dei Referti Informatici: certificazione digitale, firma digitale, trasmissione, archiviazione, conservazione, distribuzione online (progetti ESCAPE); l’Azienda ULSS 9 ha quindi avviato progetti di disseminazione della soluzione ESCAPE per quanto riguarda i referti di laboratorio, in altre aziende sanitarie, anche di altre Regioni (progetto Telemed-ESCAPE); in seguito sono stati avviati dall’Azienda ULSS 9 altri progetti di riuso di gestione del documento informatico, es. doc. per mandati di pagamento, per delibere, per farmaceutica, per veterinaria, per telemedicina (progetti europei Health Optimum, capofila ulss 9).

Si è potuto quindi avviare un progetto per la gestione del Fascicolo Sanitario Informatico di ULSS 9, contenente dati e documenti informatici “intestati” al paziente, in primis referti, quindi nel seguito cartelle cliniche, verbali di pronto soccorso, etc. (Progetto Fascicolo Sanitario Personale), già operativo da circa otto mesi. Il passo successivo è stato quello di lanciare una sperimentazione con un partner qualificato – Postecom – relativamente al Libretto Sanitario Elettronico, per fornire la gestione dei certificati di firma digitale, la conservazione legale, la sicurezza di gestione, gli opportuni collegamenti e protezione nel controllo accessi, degli archivi di dati.

Dal prototipo realizzato e portato a regime dall’Azienda Ulss 9 di Treviso con il Progetto ESCAPE che ad oggi consente ai cittadini della Ulss 9 di scaricarsi i referti via internet, si passa all’organizzazione di un vero e proprio servizio, stabile, standardizzato e replicabile, che permette non solo la disponibilità del referto on line ma la gestione di un vero e proprio Libretto Sanitario Elettronico per il Cittadino.

L’Azienda Ulss 9 di Treviso svolge il ruolo sanitario, che è quello che le compete, trasferendo a Poste Italiane,  che ha professionalmente e istituzionalmente sviluppato competenze in merito, il compito di rendere accessibile la documentazione, garantendone distribuzione, conservazione e validità legale. 

L’Azienda U.L.S.S. n° 9 ha avviato una sperimentazione con Postecom S.p.A., avente come obiettivo la stabilizzazione e la standardizzazione della soluzione ESCAPE, al fine di renderla estendibile e riapplicabile in tutte le altre realtà aziendali.

lunedì, 17 Maggio 2010

15:30
16:20

La sfida della dematerializzazione per una corrispondenza senza carta[w.1a]

Come creare efficienza organizzativa nella PA e ridurne i tempi di risposta al cittadino attraverso la gestione elettronica dei documenti?

Il difficile contesto economico attuale offre alle amministrazioni pubbliche sfide importanti ma anche singolari prospettive di sviluppo. Alla rinnovata ed urgente attenzione alle politiche di contenimento della spesa si unisce l’occasione unica per l’amministrazione pubblica di essere una variabile chiave della ripresa del sistema Italia quale piattaforma innovativa di erogazione di servizi, leader nel percorso di ricerca di  produttività e innovazione con importanti ricadute sul settore privato.

Poste Italiane negli ultimi anni si è trasformata “da mail company a digital company”. Ha evoluto cioè il profilo istituzionale tradizionale per essere oggi un player tecnologicamente avanzato per la PA, le imprese e i cittadini.

La gestione elettronica documentale rappresenta, in questo contesto evolutivo, una delle attività strategiche per il Gruppo. L’impegno e l’attenzione verso i processi di dematerializzazione, è rappresentato dalla suite GED realizzata da Poste Italiane denominata PosteMailRoom.

 

L’offerta sviluppata è costituita da una serie di moduli che coprono l’intero ciclo di vita di un documento: dalla dematerializzazione, alla protocollazione elettronica, fino alla conservazione sostitutiva e archiviazione e consultazione elettronica.

La soluzione GED si innesta nella infrastruttura ICT che offre supporto e connettività alla rete fisica e logistica di Poste Italiane e garantisce la possibilità di accedere in multicanalità a tutti i servizi di pagamento e comunicazione.

lunedì, 17 Maggio 2010

16:30
17:20

L’integrazione dei processi di Fattura Elettronica per la riduzione dei costi e l’efficientamento nei rapporti con imprese, banche, P.A. e fornitori.[w.3a]

Fattura noproblem BancoPosta è la soluzione di Poste Italiane dedicata ai correntisti possessori di BancoPostaImpresa on-line, che consente di gestire in modo integrato tutte le attività del processo di fatturazione elettronica (ciclo attivo e ciclo passivo) attraverso lo scambio e la conservazione delle fatture, con la sicurezza della firma digitale.

Creata con l’intento di agevolare e ridurre l’intero processo di fatturazione e semplificarti la vita, fattura noproblem BancoPosta è una vera innovazione, in grado di garantirti maggiore efficienza e forti risparmi.

Comoda, veloce e sicura, fattura noproblem BancoPosta ti apre le porte di un mondo di vantaggi: dalla riduzione del livello di errore al miglioramento del livello di controllo dello scambio (grazie alla standardizzazione e alla tracciabilità delle operazioni), dalla riduzione dei costi di archiviazione e conservazione, alla maggiore efficienza e prontezza di gestione dei processi produttivi.

Fattura noproblem BancoPosta è un servizio flessibile, di semplice utilizzo e personalizzabile rivolto a tutte le aziende che necessitano di un sistema di gestione elettronica delle fatture completo e innovativo.

martedì, 18 Maggio 2010

10:00
10:50

L’utilizzo della rete di Poste Italiane in una logica 2.0[w.4b]

L’allargamento della produzione verso molteplici settori del mondo economico ha consentito a Poste di diventare, in breve tempo, anche un indispensabile partner all’attività della P.A. centrale e locale attraverso progetti dedicati e lo sviluppo di servizi di eGovernment.

L’obiettivo perseguito è la costituzione di un vero e proprio network tra Stato, cittadini e business community, attraverso il crescente sfruttamento della multicanalità di accesso ai servizi e di contatto con la clientela (uffici postali, portalettere, call center, internet, uffici postali mobili, ecc.).

Le iniziative di Poste Italiane per la Pubblica Amministrazione si inquadrano in un modello di riferimento nel quale l’Azienda gioca un duplice ruolo di “interfaccia tra il cittadino/impresa e la PA” e di “outsourcer di processi sul territorio” che consente alle Pubbliche Amministrazioni di avvalersi, nell’esercizio di alcune funzioni amministrative, di strutture e personale esterno alla propria organizzazione a vantaggio degli utenti (imprese e cittadini) per la migliore qualità e fruibilità dei servizi e con aumento dell’accessibilità e semplificazione degli adempimenti.

Poste Italiane si presenta come partner ideale nella definizione ed attuazione di nuove strategie di eGovernment e di servizi alla collettività grazie alla sua storica capillarità sul territorio nazionale, per l’unicità degli asset di cui dispone e per le competenze sviluppate.

Infatti, in sintonia con gli obiettivi di modernizzazione della Pubblica Amministrazione e riduzione del fenomeno del divario digitale il Gruppo Poste Italiane ha intrapreso da tempo una serie di iniziative volte a supportare gli Enti Locali e Centrali nelle proprie iniziative di eGovernment.

La presenza di una rete capillare rappresentata dagli uffici postali, la consistenza del call-center e della piattaforma web dedicata, la rete di logistica integrata, il recente ingresso nel campo delle comunicazioni mobili e la capacità di gestire flussi finanziari e relative rendicontazioni, unitamente alla prossima formalizzazione della concessione per il servizio CEC-PAC (Comunicazione Elettronica Certificata tra cittadino e PA) costituiscono un chiaro esempio di come Poste Italiane sia in grado di sostenere i processi evolutivi delle Pubbliche Amministrazioni in termini di semplificazione nell’accesso ai servizi.

Grazie alla relazione consolidata con la Pubblica Amministrazione, all’integrazione di competenze e infrastruttura tecnologiche e a una significativa competenza nel campo della sicurezza logica, Poste Italiane si candida pertanto, ad essere il primo eGovernment Service Provider, proponendosi come partner di riferimento nella esternalizzazione di parte delle attività proprie della Pubblica Amministrazione.

martedì, 18 Maggio 2010

11:00
11:50

Servizi Integrati Poste Italiane: Innovazione di servizio e di processo[w.2b]

L’offerta di Servizi Integrati di Poste Italiane.

Il Servizio Integrato Notifiche è il servizio del Gruppo Poste Italiane per la gestione integrata dell’intero processo di notifica degli atti giudiziari e delle comunicazioni amministrative.

Grazie alla disponibilità di piattaforme tecnologiche evolute e di centri specializzati dislocati sull’intero territorio nazionale, il Gruppo Poste Italiane è in grado di offrire un servizio dedicato  e di porsi come facilitatore dei rapporti tra Cittadino e Pubblica Amministrazione.

SIN consente di esternalizzare e automatizzare le attività legate al processo di notifica con un'offerta modulare che può essere personalizzata in base alle specifiche esigenze del cliente e che include i servizi di acquisizione dati, stampa e imbustamento, recapito e notifica degli atti, rendicontazione degli esiti di consegna in formato cartaceo e/o elettronico, gestione e rendicontazione dei pagamenti, archiviazione fisica e sostitutiva delle comunicazioni inviate.

Vantaggi

- semplificazione del processo di notifica degli atti giudiziari;

- interlocutore unico per la gestione di tutte le attività;

- integrazione tra il servizio di notifica/comunicazione e il sistema di gestione dei pagamenti;

- accesso on line al servizio con log-in personalizzato per la gestione in sicurezza del servizio;

- recupero di efficienza per gli Enti locali nei processi interni;

- gestione integrata completa di tutte le forme di corrispondenza (cartacee, ibride ed elettroniche) che favorisce il superamento del digital divide.

martedì, 18 Maggio 2010

12:00
12:50

L’integrazione dei processi di Fattura Elettronica per la riduzione dei costi e l’efficientamento nei rapporti con imprese, banche, P.A. e fornitori.[w.3b]

Fattura noproblem BancoPosta è la soluzione di Poste Italiane dedicata ai correntisti possessori di BancoPostaImpresa on-line, che consente di gestire in modo integrato tutte le attività del processo di fatturazione elettronica (ciclo attivo e ciclo passivo) attraverso lo scambio e la conservazione delle fatture, con la sicurezza della firma digitale.

Creata con l’intento di agevolare e ridurre l’intero processo di fatturazione e semplificarti la vita, fattura noproblem BancoPosta è una vera innovazione, in grado di garantirti maggiore efficienza e forti risparmi.

Comoda, veloce e sicura, fattura noproblem BancoPosta ti apre le porte di un mondo di vantaggi: dalla riduzione del livello di errore al miglioramento del livello di controllo dello scambio (grazie alla standardizzazione e alla tracciabilità delle operazioni), dalla riduzione dei costi di archiviazione e conservazione, alla maggiore efficienza e prontezza di gestione dei processi produttivi.

Fattura noproblem BancoPosta è un servizio flessibile, di semplice utilizzo e personalizzabile rivolto a tutte le aziende che necessitano di un sistema di gestione elettronica delle fatture completo e innovativo.

martedì, 18 Maggio 2010

14:30
15:20

La sfida della dematerializzazione per una corrispondenza senza carta[w.1b]

Come creare efficienza organizzativa nella PA e ridurne i tempi di risposta al cittadino attraverso la gestione elettronica dei documenti?

Il difficile contesto economico attuale offre alle amministrazioni pubbliche sfide importanti ma anche singolari prospettive di sviluppo. Alla rinnovata ed urgente     attenzione alle politiche di contenimento della spesa si unisce l’occasione unica per l’amministrazione pubblica di essere una variabile chiave della ripresa del sistema Italia quale piattaforma innovativa di erogazione di servizi, leader nel percorso di ricerca di  produttività e innovazione con importanti ricadute sul settore privato.

Poste Italiane negli ultimi anni si è trasformata “da mail company a digital company”.Ha evoluto cioè il profilo istituzionale tradizionale per essere oggi un player tecnologicamente avanzato per la PA, le imprese e i cittadini.

La gestione elettronica documentale rappresenta, in questo contesto evolutivo, una delle attività strategiche per il Gruppo. L’impegno e l’attenzione verso i processi di dematerializzazione, è rappresentato dalla suite GED realizzata da Poste Italiane denominata PosteMailRoom.

 

L’offerta sviluppata è costituita da una serie di moduli che coprono l’intero ciclo di vita di un documento: dalla dematerializzazione, alla protocollazione elettronica, fino alla conservazione sostitutiva e archiviazione e consultazione elettronica.

La soluzione GED si innesta nella infrastruttura ICT che offre supporto e connettività alla rete fisica e logistica di Poste Italiane e garantisce la possibilità di accedere in multicanalità a tutti i servizi di pagamento e comunicazione.

martedì, 18 Maggio 2010

15:30
16:20

Da prototipo a servizio: un esempio di innovazione[w.5b]

Da oltre quattro anni l’Azienda ULSS 9 di Treviso gestisce l’intero ciclo di gestione dei Referti Informatici: certificazione digitale, firma digitale, trasmissione, archiviazione, conservazione, distribuzione online (progetti ESCAPE); l’Azienda ULSS 9 ha quindi avviato progetti di disseminazione della soluzione ESCAPE per quanto riguarda i referti di laboratorio, in altre aziende sanitarie, anche di altre Regioni (progetto Telemed-ESCAPE); in seguito sono stati avviati dall’Azienda ULSS 9 altri progetti di riuso di gestione del documento informatico, es. doc. per mandati di pagamento, per delibere, per farmaceutica, per veterinaria, per telemedicina (progetti europei Health Optimum, capofila ulss 9).

Si è potuto quindi avviare un progetto per la gestione del Fascicolo Sanitario Informatico di ULSS 9, contenente dati e documenti informatici “intestati” al paziente, in primis referti, quindi nel seguito cartelle cliniche, verbali di pronto soccorso, etc. (Progetto Fascicolo Sanitario Personale), già operativo da circa otto mesi. Il passo successivo è stato quello di lanciare una sperimentazione con un partner qualificato – Postecom – relativamente al Libretto Sanitario Elettronico, per fornire la gestione dei certificati di firma digitale, la conservazione legale, la sicurezza di gestione, gli opportuni collegamenti e protezione nel controllo accessi, degli archivi di dati.

Dal prototipo realizzato e portato a regime dall’Azienda Ulss 9 di Treviso con il Progetto ESCAPE che ad oggi consente ai cittadini della Ulss 9 di scaricarsi i referti via internet, si passa all’organizzazione di un vero e proprio servizio, stabile, standardizzato e replicabile, che permette non solo la disponibilità del referto on line ma la gestione di un vero e proprio Libretto Sanitario Elettronico per il Cittadino.

L’Azienda Ulss 9 di Treviso svolge il ruolo sanitario, che è quello che le compete, trasferendo a Poste Italiane,  che ha professionalmente e istituzionalmente sviluppato competenze in merito, il compito di rendere accessibile la documentazione, garantendone distribuzione, conservazione e validità legale. 

L’Azienda U.L.S.S. n° 9 ha avviato una sperimentazione con Postecom S.p.A., avente come obiettivo la stabilizzazione e la standardizzazione della soluzione ESCAPE, al fine di renderla estendibile e riapplicabile in tutte le altre realtà aziendali.

martedì, 18 Maggio 2010

16:30
17:20

Carta Acquisti: l’Infrastruttura e le opportunità per gli enti territoriali.[w.26b]

La Carta Acquisti, nota anche come “Social Card”, è stata introdotta con decreto-legge n. 112/2008, convertito dalla legge 133/2008, con l’obiettivo di dare sostegno a cittadini in stato di particolare bisogno. La Carta Acquisti, prevede l’erogazione bimestrale da parte dello Stato, di un contributo base di 80 euro (100 per gli utilizzatori di gas naturale), a favore delle famiglie con bambini al di sotto dei tre anni di età e degli anziani che abbiano compiuto 65 anni di età - in possesso di determinati requisiti reddituali e patrimoniali - attraverso una carta elettronica prepagata abilitata per gli acquisti di generi alimentari, farmaceutici, parafarmaceutici e al pagamento delle bollette energetiche.

L’infrastruttura è stata realizzata dal Ministero dell’economia e delle finanze e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociale grazie alla collaborazione dell’INPS, dell’Agenzia delle entrate, della Consip S.p.A.. Il gestore finanziario del programma è Poste Italiane.

Obiettivo del master è illustrare agli enti locali potenzialmente interessati le modalità e le possibilità di adesione al programma Carta Acquisti.

mercoledì, 19 Maggio 2010

10:00
10:50

Da prototipo a servizio: un esempio di innovazione[w.5c]

Da oltre quattro anni l’Azienda ULSS 9 di Treviso gestisce l’intero ciclo di gestione dei Referti Informatici: certificazione digitale, firma digitale, trasmissione, archiviazione, conservazione, distribuzione online (progetti ESCAPE); l’Azienda ULSS 9 ha quindi avviato progetti di disseminazione della soluzione ESCAPE per quanto riguarda i referti di laboratorio, in altre aziende sanitarie, anche di altre Regioni (progetto Telemed-ESCAPE); in seguito sono stati avviati dall’Azienda ULSS 9 altri progetti di riuso di gestione del documento informatico, es. doc. per mandati di pagamento, per delibere, per farmaceutica, per veterinaria, per telemedicina (progetti europei Health Optimum, capofila ulss 9).

Si è potuto quindi avviare un progetto per la gestione del Fascicolo Sanitario Informatico di ULSS 9, contenente dati e documenti informatici “intestati” al paziente, in primis referti, quindi nel seguito cartelle cliniche, verbali di pronto soccorso, etc. (Progetto Fascicolo Sanitario Personale), già operativo da circa otto mesi. Il passo successivo è stato quello di lanciare una sperimentazione con un partner qualificato – Postecom – relativamente al Libretto Sanitario Elettronico, per fornire la gestione dei certificati di firma digitale, la conservazione legale, la sicurezza di gestione, gli opportuni collegamenti e protezione nel controllo accessi, degli archivi di dati.

Dal prototipo realizzato e portato a regime dall’Azienda Ulss 9 di Treviso con il Progetto ESCAPE che ad oggi consente ai cittadini della Ulss 9 di scaricarsi i referti via internet, si passa all’organizzazione di un vero e proprio servizio, stabile, standardizzato e replicabile, che permette non solo la disponibilità del referto on line ma la gestione di un vero e proprio Libretto Sanitario Elettronico per il Cittadino.

L’Azienda Ulss 9 di Treviso svolge il ruolo sanitario, che è quello che le compete, trasferendo a Poste Italiane,  che ha professionalmente e istituzionalmente sviluppato competenze in merito, il compito di rendere accessibile la documentazione, garantendone distribuzione, conservazione e validità legale. 

L’Azienda U.L.S.S. n° 9 ha avviato una sperimentazione con Postecom S.p.A., avente come obiettivo la stabilizzazione e la standardizzazione della soluzione ESCAPE, al fine di renderla estendibile e riapplicabile in tutte le altre realtà aziendali.

mercoledì, 19 Maggio 2010

11:00
11:50

L’utilizzo della rete di Poste Italiane in una logica 2.0[w.4c]

L’allargamento della produzione verso molteplici settori del mondo economico ha consentito a Poste di diventare, in breve tempo, anche un indispensabile partner all’attività della P.A. centrale e locale attraverso progetti dedicati e lo sviluppo di servizi di eGovernment.

L’obiettivo perseguito è la costituzione di un vero e proprio network tra Stato, cittadini e business community, attraverso il crescente sfruttamento della multicanalità di accesso ai servizi e di contatto con la clientela (uffici postali, portalettere, call center, internet, uffici postali mobili, ecc.).

Le iniziative di Poste Italiane per la Pubblica Amministrazione si inquadrano in un modello di riferimento nel quale l’Azienda gioca un duplice ruolo di “interfaccia tra il cittadino/impresa e la PA” e di “outsourcer di processi sul territorio” che consente alle Pubbliche Amministrazioni di avvalersi, nell’esercizio di alcune funzioni amministrative, di strutture e personale esterno alla propria organizzazione a vantaggio degli utenti (imprese e cittadini) per la migliore qualità e fruibilità dei servizi e con aumento dell’accessibilità e semplificazione degli adempimenti.

Poste Italiane si presenta come partner ideale nella definizione ed attuazione di nuove strategie di eGovernment e di servizi alla collettività grazie alla sua storica capillarità sul territorio nazionale, per l’unicità degli asset di cui dispone e per le competenze sviluppate.

Infatti, in sintonia con gli obiettivi di modernizzazione della Pubblica Amministrazione e riduzione del fenomeno del divario digitale il Gruppo Poste Italiane ha intrapreso da tempo una serie di iniziative volte a supportare gli Enti Locali e Centrali nelle proprie iniziative di eGovernment.

La presenza di una rete capillare rappresentata dagli uffici postali, la consistenza del call-center e della piattaforma web dedicata, la rete di logistica integrata, il recente ingresso nel campo delle comunicazioni mobili e la capacità di gestire flussi finanziari e relative rendicontazioni, unitamente alla prossima formalizzazione della concessione per il servizio CEC-PAC (Comunicazione Elettronica Certificata tra cittadino e PA) costituiscono un chiaro esempio di come Poste Italiane sia in grado di sostenere i processi evolutivi delle Pubbliche Amministrazioni in termini di semplificazione nell’accesso ai servizi.

Grazie alla relazione consolidata con la Pubblica Amministrazione, all’integrazione di competenze e infrastruttura tecnologiche e a una significativa competenza nel campo della sicurezza logica, Poste Italiane si candida pertanto, ad essere il primo eGovernment Service Provider, proponendosi come partner di riferimento nella esternalizzazione di parte delle attività proprie della Pubblica Amministrazione.

mercoledì, 19 Maggio 2010

12:00
12:50

Servizi Integrati Poste Italiane: Innovazione di servizio e di processo[w.2c]

L’offerta di Servizi Integrati di Poste Italiane.

Il Servizio Integrato Notifiche è il servizio del Gruppo Poste Italiane per la gestione integrata dell’intero processo di notifica degli atti giudiziari e delle comunicazioni amministrative.

Grazie alla disponibilità di piattaforme tecnologiche evolute e di centri specializzati dislocati sull’intero territorio nazionale, il Gruppo Poste Italiane è in grado di offrire un servizio dedicato  e di porsi come facilitatore dei rapporti tra Cittadino e Pubblica Amministrazione.

SIN consente di esternalizzare e automatizzare le attività legate al processo di notifica con un'offerta modulare che può essere personalizzata in base alle specifiche esigenze del cliente e che include i servizi di acquisizione dati, stampa e imbustamento, recapito e notifica degli atti, rendicontazione degli esiti di consegna in formato cartaceo e/o elettronico, gestione e rendicontazione dei pagamenti, archiviazione fisica e sostitutiva delle comunicazioni inviate.

Vantaggi

- semplificazione del processo di notifica degli atti giudiziari;

- interlocutore unico per la gestione di tutte le attività;

- integrazione tra il servizio di notifica/comunicazione e il sistema di gestione dei pagamenti;

- accesso on line al servizio con log-in personalizzato per la gestione in sicurezza del servizio;

- recupero di efficienza per gli Enti locali nei processi interni;

- gestione integrata completa di tutte le forme di corrispondenza (cartacee, ibride ed elettroniche) che favorisce il superamento del digital divide.

mercoledì, 19 Maggio 2010

14:30
15:20

L’integrazione dei processi di Fattura Elettronica per la riduzione dei costi e l’efficientamento nei rapporti con imprese, banche, P.A. e fornitori.[w.3c]

Fattura noproblem BancoPosta è la soluzione di Poste Italiane dedicata ai correntisti possessori di BancoPostaImpresa on-line, che consente di gestire in modo integrato tutte le attività del processo di fatturazione elettronica (ciclo attivo e ciclo passivo) attraverso lo scambio e la conservazione delle fatture, con la sicurezza della firma digitale.

Creata con l’intento di agevolare e ridurre l’intero processo di fatturazione e semplificarti la vita, fattura noproblem BancoPosta è una vera innovazione, in grado di garantirti maggiore efficienza e forti risparmi.

Comoda, veloce e sicura, fattura noproblem BancoPosta ti apre le porte di un mondo di vantaggi: dalla riduzione del livello di errore al miglioramento del livello di controllo dello scambio (grazie alla standardizzazione e alla tracciabilità delle operazioni), dalla riduzione dei costi di archiviazione e conservazione, alla maggiore efficienza e prontezza di gestione dei processi produttivi.

Fattura noproblem BancoPosta è un servizio flessibile, di semplice utilizzo e personalizzabile rivolto a tutte le aziende che necessitano di un sistema di gestione elettronica delle fatture completo e innovativo.

mercoledì, 19 Maggio 2010

15:30
16:20

La sfida della dematerializzazione per una corrispondenza senza carta[w.1c]

Come creare efficienza organizzativa nella PA e ridurne i tempi di risposta al cittadino attraverso la gestione elettronica dei documenti?

Il difficile contesto economico attuale offre alle amministrazioni pubbliche sfide importanti ma anche singolari prospettive di sviluppo. Alla rinnovata ed urgente     attenzione alle politiche di contenimento della spesa si unisce l’occasione unica per l’amministrazione pubblica di essere una variabile chiave della ripresa del sistema Italia quale piattaforma innovativa di erogazione di servizi, leader nel percorso di ricerca di  produttività e innovazione con importanti ricadute sul settore privato.

Poste Italiane negli ultimi anni si è trasformata “da mail company a digital company”.Ha evoluto cioè il profilo istituzionale tradizionale per essere oggi un player tecnologicamente avanzato per la PA, le imprese e i cittadini.

La gestione elettronica documentale rappresenta, in questo contesto evolutivo, una delle attività strategiche per il Gruppo. L’impegno e l’attenzione verso i processi di dematerializzazione, è rappresentato dalla suite GED realizzata da Poste Italiane denominata PosteMailRoom.

 

L’offerta sviluppata è costituita da una serie di moduli che coprono l’intero ciclo di vita di un documento: dalla dematerializzazione, alla protocollazione elettronica, fino alla conservazione sostitutiva e archiviazione e consultazione elettronica.

La soluzione GED si innesta nella infrastruttura ICT che offre supporto e connettività alla rete fisica e logistica di Poste Italiane e garantisce la possibilità di accedere in multicanalità a tutti i servizi di pagamento e comunicazione.

mercoledì, 19 Maggio 2010

16:30
17:20

Carta Acquisti: l’Infrastruttura e le opportunità per gli enti territoriali.[w.26c]

La Carta Acquisti, nota anche come “Social Card”, è stata introdotta con decreto-legge n. 112/2008, convertito dalla legge 133/2008, con l’obiettivo di dare sostegno a cittadini in stato di particolare bisogno. La Carta Acquisti, prevede l’erogazione bimestrale da parte dello Stato, di un contributo base di 80 euro (100 per gli utilizzatori di gas naturale), a favore delle famiglie con bambini al di sotto dei tre anni di età e degli anziani che abbiano compiuto 65 anni di età - in possesso di determinati requisiti reddituali e patrimoniali - attraverso una carta elettronica prepagata abilitata per gli acquisti di generi alimentari, farmaceutici, parafarmaceutici e al pagamento delle bollette energetiche.

L’infrastruttura è stata realizzata dal Ministero dell’economia e delle finanze e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociale grazie alla collaborazione dell’INPS, dell’Agenzia delle entrate, della Consip S.p.A.. Il gestore finanziario del programma è Poste Italiane.

Obiettivo del master è illustrare agli enti locali potenzialmente interessati le modalità e le possibilità di adesione al programma Carta Acquisti.

giovedì, 20 Maggio 2010

10:00
10:50

La sfida della dematerializzazione per una corrispondenza senza carta[w.1d]

Come creare efficienza organizzativa nella PA e ridurne i tempi di risposta al cittadino attraverso la gestione elettronica dei documenti?

Il difficile contesto economico attuale offre alle amministrazioni pubbliche sfide importanti ma anche singolari prospettive di sviluppo. Alla rinnovata ed urgente     attenzione alle politiche di contenimento della spesa si unisce l’occasione unica per l’amministrazione pubblica di essere una variabile chiave della ripresa del sistema Italia quale piattaforma innovativa di erogazione di servizi, leader nel percorso di ricerca di  produttività e innovazione con importanti ricadute sul settore privato.

Poste Italiane negli ultimi anni si è trasformata “da mail company a digital company”.Ha evoluto cioè il profilo istituzionale tradizionale per essere oggi un player tecnologicamente avanzato per la PA, le imprese e i cittadini.

La gestione elettronica documentale rappresenta, in questo contesto evolutivo, una delle attività strategiche per il Gruppo. L’impegno e l’attenzione verso i processi di dematerializzazione, è rappresentato dalla suite GED realizzata da Poste Italiane denominata PosteMailRoom.

 

L’offerta sviluppata è costituita da una serie di moduli che coprono l’intero ciclo di vita di un documento: dalla dematerializzazione, alla protocollazione elettronica, fino alla conservazione sostitutiva e archiviazione e consultazione elettronica.

La soluzione GED si innesta nella infrastruttura ICT che offre supporto e connettività alla rete fisica e logistica di Poste Italiane e garantisce la possibilità di accedere in multicanalità a tutti i servizi di pagamento e comunicazione.

giovedì, 20 Maggio 2010

11:00
11:50

Da prototipo a servizio: un esempio di innovazione[w.5d]

Da oltre quattro anni l’Azienda ULSS 9 di Treviso gestisce l’intero ciclo di gestione dei Referti Informatici: certificazione digitale, firma digitale, trasmissione, archiviazione, conservazione, distribuzione online (progetti ESCAPE); l’Azienda ULSS 9 ha quindi avviato progetti di disseminazione della soluzione ESCAPE per quanto riguarda i referti di laboratorio, in altre aziende sanitarie, anche di altre Regioni (progetto Telemed-ESCAPE); in seguito sono stati avviati dall’Azienda ULSS 9 altri progetti di riuso di gestione del documento informatico, es. doc. per mandati di pagamento, per delibere, per farmaceutica, per veterinaria, per telemedicina (progetti europei Health Optimum, capofila ulss 9).

Si è potuto quindi avviare un progetto per la gestione del Fascicolo Sanitario Informatico di ULSS 9, contenente dati e documenti informatici “intestati” al paziente, in primis referti, quindi nel seguito cartelle cliniche, verbali di pronto soccorso, etc. (Progetto Fascicolo Sanitario Personale), già operativo da circa otto mesi. Il passo successivo è stato quello di lanciare una sperimentazione con un partner qualificato – Postecom – relativamente al Libretto Sanitario Elettronico, per fornire la gestione dei certificati di firma digitale, la conservazione legale, la sicurezza di gestione, gli opportuni collegamenti e protezione nel controllo accessi, degli archivi di dati.

Dal prototipo realizzato e portato a regime dall’Azienda Ulss 9 di Treviso con il Progetto ESCAPE che ad oggi consente ai cittadini della Ulss 9 di scaricarsi i referti via internet, si passa all’organizzazione di un vero e proprio servizio, stabile, standardizzato e replicabile, che permette non solo la disponibilità del referto on line ma la gestione di un vero e proprio Libretto Sanitario Elettronico per il Cittadino.

L’Azienda Ulss 9 di Treviso svolge il ruolo sanitario, che è quello che le compete, trasferendo a Poste Italiane,  che ha professionalmente e istituzionalmente sviluppato competenze in merito, il compito di rendere accessibile la documentazione, garantendone distribuzione, conservazione e validità legale. 

L’Azienda U.L.S.S. n° 9 ha avviato una sperimentazione con Postecom S.p.A., avente come obiettivo la stabilizzazione e la standardizzazione della soluzione ESCAPE, al fine di renderla estendibile e riapplicabile in tutte le altre realtà aziendali.

giovedì, 20 Maggio 2010

12:00
12:50

L’integrazione dei processi di Fattura Elettronica per la riduzione dei costi e l’efficientamento nei rapporti con imprese, banche, P.A. e fornitori.[w.3d]

Fattura noproblem BancoPosta è la soluzione di Poste Italiane dedicata ai correntisti possessori di BancoPostaImpresa on-line, che consente di gestire in modo integrato tutte le attività del processo di fatturazione elettronica (ciclo attivo e ciclo passivo) attraverso lo scambio e la conservazione delle fatture, con la sicurezza della firma digitale.

Creata con l’intento di agevolare e ridurre l’intero processo di fatturazione e semplificarti la vita, fattura noproblem BancoPosta è una vera innovazione, in grado di garantirti maggiore efficienza e forti risparmi.

Comoda, veloce e sicura, fattura noproblem BancoPosta ti apre le porte di un mondo di vantaggi: dalla riduzione del livello di errore al miglioramento del livello di controllo dello scambio (grazie alla standardizzazione e alla tracciabilità delle operazioni), dalla riduzione dei costi di archiviazione e conservazione, alla maggiore efficienza e prontezza di gestione dei processi produttivi.

Fattura noproblem BancoPosta è un servizio flessibile, di semplice utilizzo e personalizzabile rivolto a tutte le aziende che necessitano di un sistema di gestione elettronica delle fatture completo e innovativo.

giovedì, 20 Maggio 2010

14:30
15:20

L’utilizzo della rete di Poste Italiane in una logica 2.0[w.4d]

L’allargamento della produzione verso molteplici settori del mondo economico ha consentito a Poste di diventare, in breve tempo, anche un indispensabile partner all’attività della P.A. centrale e locale attraverso progetti dedicati e lo sviluppo di servizi di eGovernment.

L’obiettivo perseguito è la costituzione di un vero e proprio network tra Stato, cittadini e business community, attraverso il crescente sfruttamento della multicanalità di accesso ai servizi e di contatto con la clientela (uffici postali, portalettere, call center, internet, uffici postali mobili, ecc.).

Le iniziative di Poste Italiane per la Pubblica Amministrazione si inquadrano in un modello di riferimento nel quale l’Azienda gioca un duplice ruolo di “interfaccia tra il cittadino/impresa e la PA” e di “outsourcer di processi sul territorio” che consente alle Pubbliche Amministrazioni di avvalersi, nell’esercizio di alcune funzioni amministrative, di strutture e personale esterno alla propria organizzazione a vantaggio degli utenti (imprese e cittadini) per la migliore qualità e fruibilità dei servizi e con aumento dell’accessibilità e semplificazione degli adempimenti.

Poste Italiane si presenta come partner ideale nella definizione ed attuazione di nuove strategie di eGovernment e di servizi alla collettività grazie alla sua storica capillarità sul territorio nazionale, per l’unicità degli asset di cui dispone e per le competenze sviluppate.

Infatti, in sintonia con gli obiettivi di modernizzazione della Pubblica Amministrazione e riduzione del fenomeno del divario digitale il Gruppo Poste Italiane ha intrapreso da tempo una serie di iniziative volte a supportare gli Enti Locali e Centrali nelle proprie iniziative di eGovernment.

La presenza di una rete capillare rappresentata dagli uffici postali, la consistenza del call-center e della piattaforma web dedicata, la rete di logistica integrata, il recente ingresso nel campo delle comunicazioni mobili e la capacità di gestire flussi finanziari e relative rendicontazioni, unitamente alla prossima formalizzazione della concessione per il servizio CEC-PAC (Comunicazione Elettronica Certificata tra cittadino e PA) costituiscono un chiaro esempio di come Poste Italiane sia in grado di sostenere i processi evolutivi delle Pubbliche Amministrazioni in termini di semplificazione nell’accesso ai servizi.

Grazie alla relazione consolidata con la Pubblica Amministrazione, all’integrazione di competenze e infrastruttura tecnologiche e a una significativa competenza nel campo della sicurezza logica, Poste Italiane si candida pertanto, ad essere il primo eGovernment Service Provider, proponendosi come partner di riferimento nella esternalizzazione di parte delle attività proprie della Pubblica Amministrazione.

giovedì, 20 Maggio 2010

15:30
16:20

Servizi Integrati Poste Italiane: Innovazione di servizio e di processo[w.2d]

L’offerta di Servizi Integrati di Poste Italiane.

Il Servizio Integrato Notifiche è il servizio del Gruppo Poste Italiane per la gestione integrata dell’intero processo di notifica degli atti giudiziari e delle comunicazioni amministrative.

Grazie alla disponibilità di piattaforme tecnologiche evolute e di centri specializzati dislocati sull’intero territorio nazionale, il Gruppo Poste Italiane è in grado di offrire un servizio dedicato  e di porsi come facilitatore dei rapporti tra Cittadino e Pubblica Amministrazione.

SIN consente di esternalizzare e automatizzare le attività legate al processo di notifica con un'offerta modulare che può essere personalizzata in base alle specifiche esigenze del cliente e che include i servizi di acquisizione dati, stampa e imbustamento, recapito e notifica degli atti, rendicontazione degli esiti di consegna in formato cartaceo e/o elettronico, gestione e rendicontazione dei pagamenti, archiviazione fisica e sostitutiva delle comunicazioni inviate.

Vantaggi

- semplificazione del processo di notifica degli atti giudiziari;

- interlocutore unico per la gestione di tutte le attività;

- integrazione tra il servizio di notifica/comunicazione e il sistema di gestione dei pagamenti;

- accesso on line al servizio con log-in personalizzato per la gestione in sicurezza del servizio;

- recupero di efficienza per gli Enti locali nei processi interni;

- gestione integrata completa di tutte le forme di corrispondenza (cartacee, ibride ed elettroniche) che favorisce il superamento del digital divide.

giovedì, 20 Maggio 2010

16:30
17:20

Carta Acquisti: l’Infrastruttura e le opportunità per gli enti territoriali.[w.26d]

La Carta Acquisti, nota anche come “Social Card”, è stata introdotta con decreto-legge n. 112/2008, convertito dalla legge 133/2008, con l’obiettivo di dare sostegno a cittadini in stato di particolare bisogno. La Carta Acquisti, prevede l’erogazione bimestrale da parte dello Stato, di un contributo base di 80 euro (100 per gli utilizzatori di gas naturale), a favore delle famiglie con bambini al di sotto dei tre anni di età e degli anziani che abbiano compiuto 65 anni di età - in possesso di determinati requisiti reddituali e patrimoniali - attraverso una carta elettronica prepagata abilitata per gli acquisti di generi alimentari, farmaceutici, parafarmaceutici e al pagamento delle bollette energetiche.

L’infrastruttura è stata realizzata dal Ministero dell’economia e delle finanze e dal Ministero del lavoro e delle politiche sociale grazie alla collaborazione dell’INPS, dell’Agenzia delle entrate, della Consip S.p.A.. Il gestore finanziario del programma è Poste Italiane.

Obiettivo del master è illustrare agli enti locali potenzialmente interessati le modalità e le possibilità di adesione al programma Carta Acquisti.

Torna alla lista dei Partner