Torna a Eventi FPA

partner

SAP ITALIA


E' partner di

lunedì, 17 Maggio 2010

10:00
10:50

Dematerializzazione, standardizzazione, tracciabilità e trasparenza dei processi amministrativi. Il caso Comune di Roma[w.25a]

La Pubblica Amministrazione nei prossimi anni dovrà dotarsi di strumenti e tecnologie che consentano la dematerializzazione dei principali flussi amministrativi, ma questa esigenza non potrà ridursi alla semplice, anche se fondamentale, “scomparsa” della carta,  dovrà tradursi anche in razionalizzazione dei flussi informativi, trasparenza del procedimento amministrativo e salvaguardia degli investimenti pregressi. Questa necessità può essere soddisfatta con l’utilizzo di strumenti che possano supportare le Amministrazioni nella definizione dei processi amministrativi, con la conseguente individuazione degli ambiti di verifica, ratifica ed approvazione degli Atti Amministrativi. In quest’ottica, deve essere possibile monitorare lo “stato” di un Atto, in modo da poter rispondere alle diverse sollecitazioni dei cittadini, dei fornitori, delle altre Amministrazioni, rilevando, con tempismo, le eventuali criticità che dovessero incorrere e le inefficienze che dovessero palesarsi. Lo strumento SAP BPM (SAP Business Process Management) permette di definire, modificare e integrare i  flussi di processo con le diverse componenti gestionali (SAP e non SAP) che possono essere state adottate dall’Amministrazione,  operando secondo gli standard SOA di interoperabilità e, conseguentemente,  riducendo al minimo l’impatto tecnologico sull’esistente. SAP BPM interviene per integrare i flussi di processo che sono per natura trasversali e correlati ma che per esigenze applicative sono stati predisposti  in ambienti  e contesti tecnologici separati. In altre parole, SAP BPM crea integrazione secondo logiche di processo e non secondo logiche teconologiche o applicative e salvaguarda, in virtù della sua piena interoperabilità, gli investimenti fatti e quelli ancora da realizzare.

lunedì, 17 Maggio 2010

11:00
11:50

La BI a supporto del management negli Istituti Previdenziali: il caso Ipost[w.24a]

Al fine di rispondere alle esigenze di trasparenza, ponendo in luce i potenziali vantaggi relativi alla competitività, alla redditività, alla tempestività e all'aumento di efficacia nei processi decisionali, le Amministrazioni ritengono sempre più opportuno valutare l’utilizzo di soluzioni di Reporting, Analisi Dati ed Indicatori  di nuova generazione.

La BI si offre come soluzione per orientare ed accelerare le decisioni del management, tramite il monitoraggio, il controllo e la trasformazioni di dati e informazioni, tramutandole in conoscenza.

 

I punti di forza di una scelta di questo tipo sono riconducibili a:

  • semplificazione del processo di predisposizione della reportistica di supporto alle diverse aree dell’Istituto;
  • analisi dei  dati non pre-costituita utilizzabile dagli utenti nella predisposizione di report che rispondano ad attività gestionali o a specifiche richieste dell’Amministrazione;
  • utilizzo di strumenti di supporto al controllo direzionale e strategico quali  Cruscotti dinamici di sintesi, strumenti di analisi what if capaci di integrare le diverse fonti dati presenti all’interno dell’Istituto  e/o all’esterno di essa;
  • integrazione nativa con gli strumenti di produttività individuale (office-automation) per la stesura di documenti e la pubblicazione degli stessi, anche in ottica di comunicazione multi-canale (web, mail, sms, palmari).

 

SAP, leader di mercato per le soluzioni gestionali, attraverso l’integrazione nativa con prodotti “best of breed” nell’ambito della BI, è in grado di offrire una soluzione unica, completa e flessibile. L’utilizzo di Business Objects come strumento di front-end permette la creazione di cruscotti e report dinamici ad uso del management di Ipost. Un esempio di successo è rappresentato dalla creazione di un cruscotto direzionale che consente di monitorare, in modo continuativo e permanente, la popolazione dei contribuenti della Holding Poste Italiane e degli ex-dipendenti pensionati.

lunedì, 17 Maggio 2010

12:00
12:50

Strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie: il caso della Regione Emilia Romagna[w.16a]

Introdurre nella propria organizzazione strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie è un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione non solo in Italia ma in tutto il mondo. Budget decrescenti, maggior trasparenza sull’utilizzo del denaro pubblico, progressiva introduzione di logiche  federalistiche stanno spingendo le amministrazioni verso un nuovo processo di trasformazione, caratterizzato da una sempre maggior necessità di analizzare e gestire le proprie risorse finanziarie secondo logiche moderne e basate su una dimensione territoriale.

In questo contesto Regione Emilia Romagna racconterà la propria esperienza, come buona pratica di funzionamento della PA locale. Nell’ultimo anno la Regione ha intrapreso alcuni importanti progetti di innovazione all’interno della Direzione Risorse Finanziarie con l’obiettivo di incrementare la governance del territorio e delle relative risorse, adottando la soluzione SAP BPC, Business Planning and Consolidation.

Un primo progetto riguarda la costruzione di un Conto Pubblico Territoriale, in accordo con l’iniziativa nazionale, che prevede la raccolta e la riclassificazione di dati di bilancio di oltre 1000 enti operanti sul territorio in modo da “consolidare” e analizzare le spese sostenute in ambito regionale.

Un secondo progetto tende a costruire un Sistema extra-contabile capace di integrare le informazioni contabili con altre informazioni (quali ad esempio la localizzazione della spesa sul territorio, la valenza della spesa a favore delle politiche per le Pari Opportunità, …) in modo da fornire un ambiente di analisi e simulazione molto flessibile a supporto del processo decisionale.

lunedì, 17 Maggio 2010

14:30
15:20

Valutazione del Personale e Misurazione delle Performance con SAP Talent Management14[w.15a]

Introdurre nella propria organizzazione modelli di gestione, valutazione e misurazione della performance, mirati alla valorizzazione del merito, all’ottimizzazione della produttività, all’efficienza e alla trasparenza, è diventato un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione, a seguito delle recenti normative in materia (Dlgs.150/09). Da anni SAP aiuta la Pubblica Amministrazione in Italia e nel mondo a guidare i processi di innovazione e trasformazione, che prevedono una migliore gestione e valorizzazione delle risorse umane, attraverso l’adozione di modelli organizzativi basati sulle responsabilità e di processi gestionali più semplici e trasparenti. L’automazione dei processi di gestione delle valutazioni e delle politiche meritocratiche, le maggiori opportunità di sviluppo delle competenze professionali, la disponibilità di metodi e strumenti idonei ad analizzare, valutare e premiare le performance individuali, sono solo alcuni dei benefici raggiungibili con la soluzione SAP Human Capital Management.

SAP Talent Management offre funzionalità di Performance Management per la gestione dei criteri di valutazione delle competenze, l’allineamento degli obiettivi individuali e di gruppo agli obiettivi strategici, la gestione dei valutatori e del ciclo autorizzativo, al fine di motivare e coinvolgere i collaboratori nel raggiungimento degli obiettivi organizzativi e di aumentarne la produttività con piani di sviluppo individuali. SAP offre altresì strumenti di Politica Retributiva per implementare strategie innovative di compensation, basate sulle competenze e sulle prestazioni, amministrare piani e programmi del sistema premiante e incentivante, gestire il processo collaborativo e autorizzativo, eseguire confronti con performance e indagini retributive esterne per garantire consistenza e uniformità.

lunedì, 17 Maggio 2010

15:30
16:20

La proposta SAP per la sostenibilità: esempi concreti di applicazione in pubbliche amministrazioni italiane[w.17a]

Da alcuni anni SAP e i propri partner stanno affrontando insieme ai loro clienti il tema della Sostenibilità a 360 gradi, supportando per ciascun settore di mercato quei processi che consentono di affrontare tematiche legate alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Anche gli enti del Pubblica Amministrazione sono chiamati a concorrere a questo processo virtuoso, garantendo il rispetto di normative specifiche, promuovendo iniziative volte a migliorare le condizioni sociali e la sicurezza della popolazione, analizzando in modo puntuale le proprie iniziative ad esempio in ambito ambientale.

In questo contesto SAP ha costruito una proposta per la sostenibilità legata agli enti pubblici che verrà presentata in questa sessione. In particolare verranno trattate soluzioni per la  gestione dei processi collegati alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (decreto TU 81/08 ) e soluzioni per l’analisi e il monitoraggio delle condizioni ambientali in un’ottica di sostenibilità ecologica.

Relativamente alla sostenibilità ambientale ed ecologica verranno mostrate alcune implementazioni concrete realizzate presso ARPA Emilia Romagna, ad esempio un progetto (Analisi di Indicatori Ambientali) per l’analisi multidimensionale degli indicatori ambientali classificati in diverse matrici (Aria, Acqua, Allevamenti, Fanghi, Campi Elettromagnetici) relativi ai vari punti indagine (poi aggregati per Comune, Provincia) nel tempo. Ulteriore argomento del seminaio sarà la presentazione di un progetto per l’integrazione dei dati analitici ambientalicon il dato territoriale, consentendo quindi un’analisi molto immediata ed efficace.

martedì, 18 Maggio 2010

10:00
10:50

Valutazione del Personale e Misurazione delle Performance con SAP Talent Management[w.15b]

Introdurre nella propria organizzazione modelli di gestione, valutazione e misurazione della performance, mirati alla valorizzazione del merito, all’ottimizzazione della produttività, all’efficienza e alla trasparenza, è diventato un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione, a seguito delle recenti normative in materia (Dlgs.150/09). Da anni SAP aiuta la Pubblica Amministrazione in Italia e nel mondo a guidare i processi di innovazione e trasformazione, che prevedono una migliore gestione e valorizzazione delle risorse umane, attraverso l’adozione di modelli organizzativi basati sulle responsabilità e di processi gestionali più semplici e trasparenti. L’automazione dei processi di gestione delle valutazioni e delle politiche meritocratiche, le maggiori opportunità di sviluppo delle competenze professionali, la disponibilità di metodi e strumenti idonei ad analizzare, valutare e premiare le performance individuali, sono solo alcuni dei benefici raggiungibili con la soluzione SAP Human Capital Management.

SAP Talent Management offre funzionalità di Performance Management per la gestione dei criteri di valutazione delle competenze, l’allineamento degli obiettivi individuali e di gruppo agli obiettivi strategici, la gestione dei valutatori e del ciclo autorizzativo, al fine di motivare e coinvolgere i collaboratori nel raggiungimento degli obiettivi organizzativi e di aumentarne la produttività con piani di sviluppo individuali. SAP offre altresì strumenti di Politica Retributiva per implementare strategie innovative di compensation, basate sulle competenze e sulle prestazioni, amministrare piani e programmi del sistema premiante e incentivante, gestire il processo collaborativo e autorizzativo, eseguire confronti con performance e indagini retributive esterne per garantire consistenza e uniformità.

martedì, 18 Maggio 2010

11:00
11:50

La BI a supporto del management negli Istituti Previdenziali: il caso Ipost[w.24b]

Al fine di rispondere alle esigenze di trasparenza, ponendo in luce i potenziali vantaggi relativi alla competitività, alla redditività, alla tempestività e all'aumento di efficacia nei processi decisionali, le Amministrazioni ritengono sempre più opportuno valutare l’utilizzo di soluzioni di Reporting, Analisi Dati ed Indicatori  di nuova generazione.

La BI si offre come soluzione per orientare ed accelerare le decisioni del management, tramite il monitoraggio, il controllo e la trasformazioni di dati e informazioni, tramutandole in conoscenza.

 

I punti di forza di una scelta di questo tipo sono riconducibili a:

  • semplificazione del processo di predisposizione della reportistica di supporto alle diverse aree dell’Istituto;
  • analisi dei  dati non pre-costituita utilizzabile dagli utenti nella predisposizione di report che rispondano ad attività gestionali o a specifiche richieste dell’Amministrazione;
  • utilizzo di strumenti di supporto al controllo direzionale e strategico quali  Cruscotti dinamici di sintesi, strumenti di analisi what if capaci di integrare le diverse fonti dati presenti all’interno dell’Istituto  e/o all’esterno di essa;
  • integrazione nativa con gli strumenti di produttività individuale (office-automation) per la stesura di documenti e la pubblicazione degli stessi, anche in ottica di comunicazione multi-canale (web, mail, sms, palmari).

 

SAP, leader di mercato per le soluzioni gestionali, attraverso l’integrazione nativa con prodotti “best of breed” nell’ambito della BI, è in grado di offrire una soluzione unica, completa e flessibile. L’utilizzo di Business Objects come strumento di front-end permette la creazione di cruscotti e report dinamici ad uso del management di Ipost. Un esempio di successo è rappresentato dalla creazione di un cruscotto direzionale che consente di monitorare, in modo continuativo e permanente, la popolazione dei contribuenti della Holding Poste Italiane e degli ex-dipendenti pensionati.

martedì, 18 Maggio 2010

12:00
12:50

Strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie: il caso della Regione Emilia Romagna[w.16b]

Introdurre nella propria organizzazione strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie è un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione non solo in Italia ma in tutto il mondo. Budget decrescenti, maggior trasparenza sull’utilizzo del denaro pubblico, progressiva introduzione di logiche  federalistiche stanno spingendo le amministrazioni verso un nuovo processo di trasformazione, caratterizzato da una sempre maggior necessità di analizzare e gestire le proprie risorse finanziarie secondo logiche moderne e basate su una dimensione territoriale.

In questo contesto Regione Emilia Romagna racconterà la propria esperienza, come buona pratica di funzionamento della PA locale. Nell’ultimo anno la Regione ha intrapreso alcuni importanti progetti di innovazione all’interno della Direzione Risorse Finanziarie con l’obiettivo di incrementare la governance del territorio e delle relative risorse, adottando la soluzione SAP BPC, Business Planning and Consolidation.

Un primo progetto riguarda la costruzione di un Conto Pubblico Territoriale, in accordo con l’iniziativa nazionale, che prevede la raccolta e la riclassificazione di dati di bilancio di oltre 1000 enti operanti sul territorio in modo da “consolidare” e analizzare le spese sostenute in ambito regionale.

Un secondo progetto tende a costruire un Sistema extra-contabile capace di integrare le informazioni contabili con altre informazioni (quali ad esempio la localizzazione della spesa sul territorio, la valenza della spesa a favore delle politiche per le Pari Opportunità, …) in modo da fornire un ambiente di analisi e simulazione molto flessibile a supporto del processo decisionale.

martedì, 18 Maggio 2010

14:30
15:20

Dematerializzazione, standardizzazione, tracciabilità e trasparenza dei processi amministrativi. Il caso Comune di Roma[w.25b]

La Pubblica Amministrazione nei prossimi anni dovrà dotarsi di strumenti e tecnologie che consentano la dematerializzazione dei principali flussi amministrativi, ma questa esigenza non potrà ridursi alla semplice, anche se fondamentale, “scomparsa” della carta,  dovrà tradursi anche in razionalizzazione dei flussi informativi, trasparenza del procedimento amministrativo e salvaguardia degli investimenti pregressi. Questa necessità può essere soddisfatta con l’utilizzo di strumenti che possano supportare le Amministrazioni nella definizione dei processi amministrativi, con la conseguente individuazione degli ambiti di verifica, ratifica ed approvazione degli Atti Amministrativi. In quest’ottica, deve essere possibile monitorare lo “stato” di un Atto, in modo da poter rispondere alle diverse sollecitazioni dei cittadini, dei fornitori, delle altre Amministrazioni, rilevando, con tempismo, le eventuali criticità che dovessero incorrere e le inefficienze che dovessero palesarsi. Lo strumento SAP BPM (SAP Business Process Management) permette di definire, modificare e integrare i  flussi di processo con le diverse componenti gestionali (SAP e non SAP) che possono essere state adottate dall’Amministrazione,  operando secondo gli standard SOA di interoperabilità e, conseguentemente,  riducendo al minimo l’impatto tecnologico sull’esistente. SAP BPM interviene per integrare i flussi di processo che sono per natura trasversali e correlati ma che per esigenze applicative sono stati predisposti  in ambienti  e contesti tecnologici separati. In altre parole, SAP BPM crea integrazione secondo logiche di processo e non secondo logiche teconologiche o applicative e salvaguarda, in virtù della sua piena interoperabilità, gli investimenti fatti e quelli ancora da realizzare.

martedì, 18 Maggio 2010

15:30
16:20

La proposta SAP per la sostenibilità: esempi concreti di applicazione in pubbliche amministrazioni italiane[w.17b]

Da alcuni anni SAP e i propri partner stanno affrontando insieme ai loro clienti il tema della Sostenibilità a 360 gradi, supportando per ciascun settore di mercato quei processi che consentono di affrontare tematiche legate alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Anche gli enti del Pubblica Amministrazione sono chiamati a concorrere a questo processo virtuoso, garantendo il rispetto di normative specifiche, promuovendo iniziative volte a migliorare le condizioni sociali e la sicurezza della popolazione, analizzando in modo puntuale le proprie iniziative ad esempio in ambito ambientale.

In questo contesto SAP ha costruito una proposta per la sostenibilità legata agli enti pubblici che verrà presentata in questa sessione. In particolare verranno trattate soluzioni per la  gestione dei processi collegati alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (decreto TU 81/08 ) e soluzioni per l’analisi e il monitoraggio delle condizioni ambientali in un’ottica di sostenibilità ecologica.

Relativamente alla sostenibilità ambientale ed ecologica verranno mostrate alcune implementazioni concrete realizzate presso ARPA Emilia Romagna, ad esempio un progetto (Analisi di Indicatori Ambientali) per l’analisi multidimensionale degli indicatori ambientali classificati in diverse matrici (Aria, Acqua, Allevamenti, Fanghi, Campi Elettromagnetici) relativi ai vari punti indagine (poi aggregati per Comune, Provincia) nel tempo. Ulteriore argomento del seminaio sarà la presentazione di un progetto per l’integrazione dei dati analitici ambientalicon il dato territoriale, consentendo quindi un’analisi molto immediata ed efficace.

mercoledì, 19 Maggio 2010

10:00
10:50

Dematerializzazione, standardizzazione, tracciabilità e trasparenza dei processi amministrativi. Il caso Comune di Roma[w.25c]

La Pubblica Amministrazione nei prossimi anni dovrà dotarsi di strumenti e tecnologie che consentano la dematerializzazione dei principali flussi amministrativi, ma questa esigenza non potrà ridursi alla semplice, anche se fondamentale, “scomparsa” della carta,  dovrà tradursi anche in razionalizzazione dei flussi informativi, trasparenza del procedimento amministrativo e salvaguardia degli investimenti pregressi. Questa necessità può essere soddisfatta con l’utilizzo di strumenti che possano supportare le Amministrazioni nella definizione dei processi amministrativi, con la conseguente individuazione degli ambiti di verifica, ratifica ed approvazione degli Atti Amministrativi. In quest’ottica, deve essere possibile monitorare lo “stato” di un Atto, in modo da poter rispondere alle diverse sollecitazioni dei cittadini, dei fornitori, delle altre Amministrazioni, rilevando, con tempismo, le eventuali criticità che dovessero incorrere e le inefficienze che dovessero palesarsi. Lo strumento SAP BPM (SAP Business Process Management) permette di definire, modificare e integrare i  flussi di processo con le diverse componenti gestionali (SAP e non SAP) che possono essere state adottate dall’Amministrazione,  operando secondo gli standard SOA di interoperabilità e, conseguentemente,  riducendo al minimo l’impatto tecnologico sull’esistente. SAP BPM interviene per integrare i flussi di processo che sono per natura trasversali e correlati ma che per esigenze applicative sono stati predisposti  in ambienti  e contesti tecnologici separati. In altre parole, SAP BPM crea integrazione secondo logiche di processo e non secondo logiche teconologiche o applicative e salvaguarda, in virtù della sua piena interoperabilità, gli investimenti fatti e quelli ancora da realizzare.

mercoledì, 19 Maggio 2010

11:00
11:50

La BI a supporto del management negli Istituti Previdenziali: il caso Ipost[w.24c]

Al fine di rispondere alle esigenze di trasparenza, ponendo in luce i potenziali vantaggi relativi alla competitività, alla redditività, alla tempestività e all'aumento di efficacia nei processi decisionali, le Amministrazioni ritengono sempre più opportuno valutare l’utilizzo di soluzioni di Reporting, Analisi Dati ed Indicatori  di nuova generazione.

La BI si offre come soluzione per orientare ed accelerare le decisioni del management, tramite il monitoraggio, il controllo e la trasformazioni di dati e informazioni, tramutandole in conoscenza.

 

I punti di forza di una scelta di questo tipo sono riconducibili a:

  • semplificazione del processo di predisposizione della reportistica di supporto alle diverse aree dell’Istituto;
  • analisi dei  dati non pre-costituita utilizzabile dagli utenti nella predisposizione di report che rispondano ad attività gestionali o a specifiche richieste dell’Amministrazione;
  • utilizzo di strumenti di supporto al controllo direzionale e strategico quali  Cruscotti dinamici di sintesi, strumenti di analisi what if capaci di integrare le diverse fonti dati presenti all’interno dell’Istituto  e/o all’esterno di essa;
  • integrazione nativa con gli strumenti di produttività individuale (office-automation) per la stesura di documenti e la pubblicazione degli stessi, anche in ottica di comunicazione multi-canale (web, mail, sms, palmari).

 

SAP, leader di mercato per le soluzioni gestionali, attraverso l’integrazione nativa con prodotti “best of breed” nell’ambito della BI, è in grado di offrire una soluzione unica, completa e flessibile. L’utilizzo di Business Objects come strumento di front-end permette la creazione di cruscotti e report dinamici ad uso del management di Ipost. Un esempio di successo è rappresentato dalla creazione di un cruscotto direzionale che consente di monitorare, in modo continuativo e permanente, la popolazione dei contribuenti della Holding Poste Italiane e degli ex-dipendenti pensionati.

mercoledì, 19 Maggio 2010

12:00
12:50

Strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie: il caso della Regione Emilia Romagna[w.16c]

Introdurre nella propria organizzazione strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie è un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione non solo in Italia ma in tutto il mondo. Budget decrescenti, maggior trasparenza sull’utilizzo del denaro pubblico, progressiva introduzione di logiche  federalistiche stanno spingendo le amministrazioni verso un nuovo processo di trasformazione, caratterizzato da una sempre maggior necessità di analizzare e gestire le proprie risorse finanziarie secondo logiche moderne e basate su una dimensione territoriale.

In questo contesto Regione Emilia Romagna racconterà la propria esperienza, come buona pratica di funzionamento della PA locale. Nell’ultimo anno la Regione ha intrapreso alcuni importanti progetti di innovazione all’interno della Direzione Risorse Finanziarie con l’obiettivo di incrementare la governance del territorio e delle relative risorse, adottando la soluzione SAP BPC, Business Planning and Consolidation.

Un primo progetto riguarda la costruzione di un Conto Pubblico Territoriale, in accordo con l’iniziativa nazionale, che prevede la raccolta e la riclassificazione di dati di bilancio di oltre 1000 enti operanti sul territorio in modo da “consolidare” e analizzare le spese sostenute in ambito regionale.

Un secondo progetto tende a costruire un Sistema extra-contabile capace di integrare le informazioni contabili con altre informazioni (quali ad esempio la localizzazione della spesa sul territorio, la valenza della spesa a favore delle politiche per le Pari Opportunità, …) in modo da fornire un ambiente di analisi e simulazione molto flessibile a supporto del processo decisionale.

mercoledì, 19 Maggio 2010

14:30
15:20

Valutazione del Personale e Misurazione delle Performance con SAP Talent Management[w.15c]

Introdurre nella propria organizzazione modelli di gestione, valutazione e misurazione della performance, mirati alla valorizzazione del merito, all’ottimizzazione della produttività, all’efficienza e alla trasparenza, è diventato un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione, a seguito delle recenti normative in materia (Dlgs.150/09). Da anni SAP aiuta la Pubblica Amministrazione in Italia e nel mondo a guidare i processi di innovazione e trasformazione, che prevedono una migliore gestione e valorizzazione delle risorse umane, attraverso l’adozione di modelli organizzativi basati sulle responsabilità e di processi gestionali più semplici e trasparenti. L’automazione dei processi di gestione delle valutazioni e delle politiche meritocratiche, le maggiori opportunità di sviluppo delle competenze professionali, la disponibilità di metodi e strumenti idonei ad analizzare, valutare e premiare le performance individuali, sono solo alcuni dei benefici raggiungibili con la soluzione SAP Human Capital Management.

SAP Talent Management offre funzionalità di Performance Management per la gestione dei criteri di valutazione delle competenze, l’allineamento degli obiettivi individuali e di gruppo agli obiettivi strategici, la gestione dei valutatori e del ciclo autorizzativo, al fine di motivare e coinvolgere i collaboratori nel raggiungimento degli obiettivi organizzativi e di aumentarne la produttività con piani di sviluppo individuali. SAP offre altresì strumenti di Politica Retributiva per implementare strategie innovative di compensation, basate sulle competenze e sulle prestazioni, amministrare piani e programmi del sistema premiante e incentivante, gestire il processo collaborativo e autorizzativo, eseguire confronti con performance e indagini retributive esterne per garantire consistenza e uniformità.

mercoledì, 19 Maggio 2010

15:30
16:20

La proposta SAP per la sostenibilità: esempi concreti di applicazione in pubbliche amministrazioni italiane[w.17c]

Da alcuni anni SAP e i propri partner stanno affrontando insieme ai loro clienti il tema della Sostenibilità a 360 gradi, supportando per ciascun settore di mercato quei processi che consentono di affrontare tematiche legate alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Anche gli enti del Pubblica Amministrazione sono chiamati a concorrere a questo processo virtuoso, garantendo il rispetto di normative specifiche, promuovendo iniziative volte a migliorare le condizioni sociali e la sicurezza della popolazione, analizzando in modo puntuale le proprie iniziative ad esempio in ambito ambientale.

In questo contesto SAP ha costruito una proposta per la sostenibilità legata agli enti pubblici che verrà presentata in questa sessione. In particolare verranno trattate soluzioni per la  gestione dei processi collegati alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (decreto TU 81/08 ) e soluzioni per l’analisi e il monitoraggio delle condizioni ambientali in un’ottica di sostenibilità ecologica.

Relativamente alla sostenibilità ambientale ed ecologica verranno mostrate alcune implementazioni concrete realizzate presso ARPA Emilia Romagna, ad esempio un progetto (Analisi di Indicatori Ambientali) per l’analisi multidimensionale degli indicatori ambientali classificati in diverse matrici (Aria, Acqua, Allevamenti, Fanghi, Campi Elettromagnetici) relativi ai vari punti indagine (poi aggregati per Comune, Provincia) nel tempo. Ulteriore argomento del seminaio sarà la presentazione di un progetto per l’integrazione dei dati analitici ambientalicon il dato territoriale, consentendo quindi un’analisi molto immediata ed efficace.

giovedì, 20 Maggio 2010

10:00
10:50

La proposta SAP per la sostenibilità: esempi concreti di applicazione in pubbliche amministrazioni italiane[w.17d]

Da alcuni anni SAP e i propri partner stanno affrontando insieme ai loro clienti il tema della Sostenibilità a 360 gradi, supportando per ciascun settore di mercato quei processi che consentono di affrontare tematiche legate alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica. Anche gli enti del Pubblica Amministrazione sono chiamati a concorrere a questo processo virtuoso, garantendo il rispetto di normative specifiche, promuovendo iniziative volte a migliorare le condizioni sociali e la sicurezza della popolazione, analizzando in modo puntuale le proprie iniziative ad esempio in ambito ambientale.

In questo contesto SAP ha costruito una proposta per la sostenibilità legata agli enti pubblici che verrà presentata in questa sessione. In particolare verranno trattate soluzioni per la  gestione dei processi collegati alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (decreto TU 81/08 ) e soluzioni per l’analisi e il monitoraggio delle condizioni ambientali in un’ottica di sostenibilità ecologica.

Relativamente alla sostenibilità ambientale ed ecologica verranno mostrate alcune implementazioni concrete realizzate presso ARPA Emilia Romagna, ad esempio un progetto (Analisi di Indicatori Ambientali) per l’analisi multidimensionale degli indicatori ambientali classificati in diverse matrici (Aria, Acqua, Allevamenti, Fanghi, Campi Elettromagnetici) relativi ai vari punti indagine (poi aggregati per Comune, Provincia) nel tempo. Ulteriore argomento del seminaio sarà la presentazione di un progetto per l’integrazione dei dati analitici ambientalicon il dato territoriale, consentendo quindi un’analisi molto immediata ed efficace.

giovedì, 20 Maggio 2010

11:00
11:50

La BI a supporto del management negli Istituti Previdenziali: il caso Ipost[w.24d]

Al fine di rispondere alle esigenze di trasparenza, ponendo in luce i potenziali vantaggi relativi alla competitività, alla redditività, alla tempestività e all'aumento di efficacia nei processi decisionali, le Amministrazioni ritengono sempre più opportuno valutare l’utilizzo di soluzioni di Reporting, Analisi Dati ed Indicatori  di nuova generazione.

La BI si offre come soluzione per orientare ed accelerare le decisioni del management, tramite il monitoraggio, il controllo e la trasformazioni di dati e informazioni, tramutandole in conoscenza.

 

I punti di forza di una scelta di questo tipo sono riconducibili a:

  • semplificazione del processo di predisposizione della reportistica di supporto alle diverse aree dell’Istituto;
  • analisi dei  dati non pre-costituita utilizzabile dagli utenti nella predisposizione di report che rispondano ad attività gestionali o a specifiche richieste dell’Amministrazione;
  • utilizzo di strumenti di supporto al controllo direzionale e strategico quali  Cruscotti dinamici di sintesi, strumenti di analisi what if capaci di integrare le diverse fonti dati presenti all’interno dell’Istituto  e/o all’esterno di essa;
  • integrazione nativa con gli strumenti di produttività individuale (office-automation) per la stesura di documenti e la pubblicazione degli stessi, anche in ottica di comunicazione multi-canale (web, mail, sms, palmari).

 

SAP, leader di mercato per le soluzioni gestionali, attraverso l’integrazione nativa con prodotti “best of breed” nell’ambito della BI, è in grado di offrire una soluzione unica, completa e flessibile. L’utilizzo di Business Objects come strumento di front-end permette la creazione di cruscotti e report dinamici ad uso del management di Ipost. Un esempio di successo è rappresentato dalla creazione di un cruscotto direzionale che consente di monitorare, in modo continuativo e permanente, la popolazione dei contribuenti della Holding Poste Italiane e degli ex-dipendenti pensionati.

giovedì, 20 Maggio 2010

12:00
12:50

Strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie: il caso della Regione Emilia Romagna[w.16d]

Introdurre nella propria organizzazione strumenti innovativi per la gestione delle risorse finanziarie è un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione non solo in Italia ma in tutto il mondo. Budget decrescenti, maggior trasparenza sull’utilizzo del denaro pubblico, progressiva introduzione di logiche  federalistiche stanno spingendo le amministrazioni verso un nuovo processo di trasformazione, caratterizzato da una sempre maggior necessità di analizzare e gestire le proprie risorse finanziarie secondo logiche moderne e basate su una dimensione territoriale.

In questo contesto Regione Emilia Romagna racconterà la propria esperienza, come buona pratica di funzionamento della PA locale. Nell’ultimo anno la Regione ha intrapreso alcuni importanti progetti di innovazione all’interno della Direzione Risorse Finanziarie con l’obiettivo di incrementare la governance del territorio e delle relative risorse, adottando la soluzione SAP BPC, Business Planning and Consolidation.

Un primo progetto riguarda la costruzione di un Conto Pubblico Territoriale, in accordo con l’iniziativa nazionale, che prevede la raccolta e la riclassificazione di dati di bilancio di oltre 1000 enti operanti sul territorio in modo da “consolidare” e analizzare le spese sostenute in ambito regionale.

Un secondo progetto tende a costruire un Sistema extra-contabile capace di integrare le informazioni contabili con altre informazioni (quali ad esempio la localizzazione della spesa sul territorio, la valenza della spesa a favore delle politiche per le Pari Opportunità, …) in modo da fornire un ambiente di analisi e simulazione molto flessibile a supporto del processo decisionale.

giovedì, 20 Maggio 2010

14:30
15:20

Dematerializzazione, standardizzazione, tracciabilità e trasparenza dei processi amministrativi. Il caso Comune di Roma[w.25d]

La Pubblica Amministrazione nei prossimi anni dovrà dotarsi di strumenti e tecnologie che consentano la dematerializzazione dei principali flussi amministrativi, ma questa esigenza non potrà ridursi alla semplice, anche se fondamentale, “scomparsa” della carta,  dovrà tradursi anche in razionalizzazione dei flussi informativi, trasparenza del procedimento amministrativo e salvaguardia degli investimenti pregressi. Questa necessità può essere soddisfatta con l’utilizzo di strumenti che possano supportare le Amministrazioni nella definizione dei processi amministrativi, con la conseguente individuazione degli ambiti di verifica, ratifica ed approvazione degli Atti Amministrativi. In quest’ottica, deve essere possibile monitorare lo “stato” di un Atto, in modo da poter rispondere alle diverse sollecitazioni dei cittadini, dei fornitori, delle altre Amministrazioni, rilevando, con tempismo, le eventuali criticità che dovessero incorrere e le inefficienze che dovessero palesarsi. Lo strumento SAP BPM (SAP Business Process Management) permette di definire, modificare e integrare i  flussi di processo con le diverse componenti gestionali (SAP e non SAP) che possono essere state adottate dall’Amministrazione,  operando secondo gli standard SOA di interoperabilità e, conseguentemente,  riducendo al minimo l’impatto tecnologico sull’esistente. SAP BPM interviene per integrare i flussi di processo che sono per natura trasversali e correlati ma che per esigenze applicative sono stati predisposti  in ambienti  e contesti tecnologici separati. In altre parole, SAP BPM crea integrazione secondo logiche di processo e non secondo logiche teconologiche o applicative e salvaguarda, in virtù della sua piena interoperabilità, gli investimenti fatti e quelli ancora da realizzare.

giovedì, 20 Maggio 2010

15:30
16:20

Valutazione del Personale e Misurazione delle Performance con SAP Talent Management[w.15d]

Introdurre nella propria organizzazione modelli di gestione, valutazione e misurazione della performance, mirati alla valorizzazione del merito, all’ottimizzazione della produttività, all’efficienza e alla trasparenza, è diventato un obiettivo strategico della Pubblica Amministrazione, a seguito delle recenti normative in materia (Dlgs.150/09). Da anni SAP aiuta la Pubblica Amministrazione in Italia e nel mondo a guidare i processi di innovazione e trasformazione, che prevedono una migliore gestione e valorizzazione delle risorse umane, attraverso l’adozione di modelli organizzativi basati sulle responsabilità e di processi gestionali più semplici e trasparenti. L’automazione dei processi di gestione delle valutazioni e delle politiche meritocratiche, le maggiori opportunità di sviluppo delle competenze professionali, la disponibilità di metodi e strumenti idonei ad analizzare, valutare e premiare le performance individuali, sono solo alcuni dei benefici raggiungibili con la soluzione SAP Human Capital Management.

SAP Talent Management offre funzionalità di Performance Management per la gestione dei criteri di valutazione delle competenze, l’allineamento degli obiettivi individuali e di gruppo agli obiettivi strategici, la gestione dei valutatori e del ciclo autorizzativo, al fine di motivare e coinvolgere i collaboratori nel raggiungimento degli obiettivi organizzativi e di aumentarne la produttività con piani di sviluppo individuali. SAP offre altresì strumenti di Politica Retributiva per implementare strategie innovative di compensation, basate sulle competenze e sulle prestazioni, amministrare piani e programmi del sistema premiante e incentivante, gestire il processo collaborativo e autorizzativo, eseguire confronti con performance e indagini retributive esterne per garantire consistenza e uniformità.

Torna alla lista dei Partner