Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 11:00 a 13:00

Il ruolo delle Province italiane per la sfida energetica nell’UE [ EA.07 ]

L’iniziativa é promossa nell’ambito della prima riunione del coordinamento UPI degli assessori alle politiche UE che si terrà  nel corso della giornata inaugurale del Forum della Pubblica Amministrazione, lunedi’ 17 maggio a Roma.

 Il Forum della PA é l’appuntamento annuale dedicato al mondo della pubblica amminitrazione italiana guidato dal dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio e  che quest’anno vede l’UPI tra i promotori dell’evento.

Il workshop “Covenant of Mayors, Il ruolo delle Province italiane per la sfida energetica nell’UE” vedrà un confronto sul ruolo delle Province oggi per la promozione di interventi che contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi europei di politica energetica, nel quadro dell’esperienza del Patto dei sindaci promosso dalla Commissione europea, con le testimonianze dirette di alcune delle Province  che hanno già aderito al Covenant of Mayors e che hanno partecipato alla cerimonia del Patto dei sindaci, svoltasi  il 4 maggio scorso presso l’emiciclo del Parlamento europeo a Bruxelles.

Alla presenza di Samuele Furfari della DG Energia della Commissione europea e del Presidente dell’UPI, Giuseppe Castiglione, sarà siglato, con una cerimonia ufficiale,  l’accordo di adesione dell’UPI quale struttura di supporto al Covenant of Mayors - Patto dei Sindaci sull’energia.

Sono invitati a partecipare: i 107 Presidenti delle Province italiane, gli assessori alle politiche UE e all’ambiente ed energia  e gli uffici europa delle Province.

Programma dei lavori

Insediamento coordinamento assessori politiche UE - UPI

Catarra
Presiede il convegno "Il ruolo delle Province italiane per la sfida energetica nell’UE"

Nel quadro della azioni di finanziamento diretto gestite dalla Commissione Europea, emerge la necessità di esplorare progettualità nuove che la programmazione regionale dei fondi strutturali non è in grado di soddisfare. In questo contesto, le Province, con le loro competenze in ambito territoriale, di politiche del lavoro ed energia, diventano le protagoniste sempre più spesso oggetto di interventi nel contesto della cooperazione territoriale europea e internazionale. Il Coordinamento Nazionale delle Province Italiane, che nasce dall’interno dell’UPI e che viene assistito da TECLA, ha la funzione di coordinare e strutturare il sistema di reti che le Province hanno realizzato e che realizzeranno, per assicurare l’adozione di una politica comune europea, di cui è manifestazione il Patto dei Sindaci.

Valter Catarra Presidente - Provincia di Teramo Vedi atti

Intervengono

Battello
Il ruolo delle province nelle politiche di risparmio energetico

Nella politica volta al risparmio energetico e alla produzione di energie rinnovabili, un ruolo particolarmente rilevante viene svolto dalle unità locali: Province e Comuni. Le Province, in particolare, svolgono un ruolo di pianificazione e di coordinamento di tutte le entità minori garantendo uno sviluppo economico e sociale equilibrato,  a favore della coesione territoriale. Proprio in funzione del ruolo rivestito dalle Province, L’Unione Europea ha realizzato e messo a disposizione una serie di strumenti volti all’ascolto delle esigenze provenienti dai contesti territoriali, favorendo con le proprie politiche la cooperazione tra i diversi contesti territoriali.

Mario Battello Direttore Generale - UPI - TECLA Vedi atti

Atti di questo intervento

1283_mario_battello.mp3

Chiudi

Del Vecchio
Presentazione servizi Spazio Europa UPI TECLA

Nel 2001,sulla base della convenzione stipulata con UPI – Unione delle Province Italiane - ,  nasce TECLA, ufficio di rappresentanza a Bruxelles di tutto il sistema provinciale italiano. TECLA presenta cinque assi di intervento: svolge una funzione di rappresentanza istituzionale che mira a dare visibilità al sistema delle Province italiane nei circuiti istituzionali, sostiene le posizioni delle Province sui principali dossier in agenda delle istituzioni che impattano sulle loro competenze; ha  una funzione di sviluppo del reti di cooperazione, reti tematiche e geografiche per facilitare percorsi sinergici e virtuosi; svolge una funzione di comunicazione e informazione per favorire la conoscenza delle opportunità soprattutto finanziarie offerte dall’Unione Europea, ha una funzione di accompagnamento e orientamento e svolge un’azione di formazione. Ginevra Del Vecchio presenta TECLA , le funzioni e gli strumenti di un ufficio al servizio delle Province.

Ginevra Del Vecchio Responsabile - Spazio Europa UPI TECLA Bruxelles “Presentazione servizi Spazio Europa UPI TECLA” Vedi atti

Atti di questo intervento

1284_ginevra_delvecchio.mp3

Chiudi

Il patto dei sindaci e il ruolo delle Province italiane come strutture di supporto

Intervengono

Furfari
Gli obiettivi di Politica Energetica Europea e il ruolo delle Provincie

Con il concetto di sviluppo sostenibile l’UE intende la capacità di una società di alimentare un processo di crescita economica, occupazionale, di ricerca e di innovazione, legandolo alla salvaguardia della qualità della vita e del futuro delle generazioni. Il concetto di sviluppo sostenibile così definito non può che chiamare in causa la necessità di attuare un risparmio energetico: l’UE, il 23 gennaio, ha proposto un pacchetto di direttive con le quali si punta a ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica rispetto ai livelli del 1990 entro il 20/20/2020. Di fronte a questa Politica Energetica Europea, rivestono un ruolo particolare le Province. Gli enti provinciali, infatti, si pongono come intermediatori tra entità piccole, come i comuni, che non sempre sono in grado di realizzare dei piani di azione o di riportare le loro esigenze e necessità a entità più vaste come i governi centrali o organi sovranazionali. Samuele Funfari lascia il suo messaggio di politica energetica sottolineando l’importante ruolo di programmazione e coordinamento degli enti provinciali.

Samuele Furfari Direttore Generale - Energia Commissione Europea Vedi atti

Atti di questo intervento

1287_samuele_furfari.mp3

Chiudi

Testimonianze delle Province partecipanti alla cerimonia del patto dei sindaci, 4 maggio Bruxelles

Bello
Risparmio energetico: il caso della Provincia di Benevento

Gianvito Bello riporta l’esperienza della Provincia di Benevento sulle azioni avviate in materia di risparmio energetico: dall’approvazione del Patto Energetico (2004) fino al Patto dei Sindaci.

Gianvito Bello Assessore all’energia della Provincia di Benevento e - Presidente del patto delle Province sull’energia Vedi atti

Atti di questo intervento

1289_gianvito_bello.mp3

Chiudi

Romanò
Politiche di risparmio energetico: le soluzioni della Provincia di Bergamo

In un ambito come quello del risparmio energetico, un ruolo fondamentale è stato svolto dalla Provincia nella sua azione di coordinamento e di supporto tecnico amministrativo del territorio e dei Comuni. Pietro Romanò riporta le azioni attivate dalla Provincia di Bergamo per creare una rete di confronto e collaborazione con tutti i soggetti interessati in materia, al fine di individuare problemi, strategie e soluzioni, per realizzare una risposta territoriale organica e compatta.

Pietro Romanò Assessore all'Ambiente - della Provincia di Bergamo Vedi atti

Atti di questo intervento

1290_pietro_romano.mp3

Chiudi

Di Giuseppantonio
Politica energetica e Patto dei Sindaci: la Provincia diviene la protagonista nella coesione territoriale. Il caso della Provincia di Chieti

“Il Patto dei Sindaci ha rappresentato la capacità degli Enti Locali italiani ed europei di fare sistema e di cooperare per il raggiungimento di un obiettivo comune”. Enrico Clemente riporta l’esperienza della Provincia di Chieti in tema di politica energetica, sottolineando come il Patto dei Sindaci abbia fatto emergere l’importanza del ruolo svolto dalle Provincie sul territorio.

Enrico Clemente Di Giuseppantonio Presidente della Provincia di Chieti e - Responsabile nazionale UPI per le politiche di sviluppo locale Vedi atti
Fiasella
Gli obiettivi di Politica Energetica Europea: la funzione culturale delle Province

La Politica Energetica Europea ha posto come obiettivo per il 2020, la riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera pari al 20% rispetto ai livelli del 1990. Per raggiungere questo obiettivo, un ruolo fondamentale viene svolto dalle Province nella loro funzione di programmazione e coordinamento del territorio. Marino Fiasella mette in rilievo anche un’altra importantissima funzione della quale deve farsi carico la Provincia: avviare un percorso di promozione culturale presso i cittadini sul valore della riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Non senza sforzo, la Provincia, secondo Fiasella, dovrebbe dotarsi di strumenti che consentano la misurazione dell’impatto positivo sulla riduzione di anidride carbonica di tutte le azioni che la provincia pone in atto. Solo in questo modo, quantificando, il cittadino prende coscienza dello sforzo compiuto dall’amministrazione locale per ridurre le emissioni di CO2 nell’atmosfera, acquisendo gradualmente, e su esempio dell’ente, un conoscenza e coscienza in materia di risparmio energetico.

Marino Fiasella Presidente - Provincia di La Spezia Vedi atti

Atti di questo intervento

1292_marino_fiasella.mp3

Chiudi

Cattaneo
L’efficienza energetica come opportunità: il caso della Provincia di Milano

Le azioni intraprese da una politica di efficienza energetica sono in grado di mettere in campo delle opportunità capaci di favorire lo sviluppo economico e il miglioramento dei servizi per il cittadino. Tito Cattaneo riporta l’esperienza delle Provincia di Milano.

Tito Cattaneo Consigliere - della Provincia di Milano Vedi atti

Atti di questo intervento

1293_tito_cattaneo.mp3

Chiudi

Dibattito

Cerimonia per la firma ufficiale  del partnership agreement tra  Giuseppe Castiglione, Presidente UPI e  Samuele Furfari  della DG Energia della Commissione europea.

Conclusioni

Torna alla home