Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 10:00 a 13:00

Dall'informazione alla relazione, le nuove sfide di Internet: esperienze pubbliche e private a confronto. [ EG.13 ]

A seguito della direttiva n. 8 del 26 novembre 2009, anche le Pubbliche Amministrazioni affrontano la sfida imposta dal web 2.0: partecipazione, coinvolgimento, interazione, trasparenza.

Il convegno presenterà scenari, politiche, programmi e casi concreti di evoluzione digitale, offrendo ai partecipanti conoscenze e competenze pratiche e di immediato utilizzo mettendo a confronto esperienze pubbliche e private.

Programma dei lavori

Introduzione

Dominici
Dall'informazione alla relazione, le nuove sfide di internet per la PA

Presentando il convegno “Dall'informazione alla relazione, le nuove sfide di Internet: esperienze pubbliche e private a confronto”, Gianni Dominici ripercorre le tappe della comunicazione istituzionale on line. “Siamo sostanzialmente in una situazione di stallo - conclude – avendo investito, in termini di comunicazione isituzionale, molto nel front office, molto poco nei processi.”

Gianni Dominici Direttore Generale - FPA Biografia Vedi atti

Laureato in Sociologia, nel 1985 è socio fondatore dello Studio Gris, nato su iniziativa di un gruppo di professionisti impegnati a valutare le implicazioni di natura sociale ed economica delle attività di governo, di progettazione e di valutazione degli interventi nelle aree urbane e rurali. Nel 1991 riceve l’incarico, da parte della Fondazione CENSIS, di coordinare le attività dell’Associazione RUR nata su iniziativa della Fondazione con la finalità di elaborare e sostenere proposte innovative per le trasformazioni delle città e del territorio. Dal 1993 ha introdotto all’interno dell’associazione un nuovo campo sistematico di analisi ed intervento relativo allo sviluppo delle tecnologie telematiche nello sviluppo territoriale. Tra il 1997 e il 1998 ha lavorato alla Commissione Europea (DGXXIV) come esperto nel campo delle implicazioni sociali dello sviluppo delle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione. Dal primo gennaio 1999 a settembre 2007 è responsabile del settore Processi Innovativi della Fondazione Censis. In questo ruolo ha diretto numerose ricerche nel campo nella Società dell’Informazione e gestito progetti di telematica applicata. Dal primo gennaio 2001 al maggio 2006 ha assunto anche l’incarico di amministratore delegato di Atenea, una società di formazione in rete sui temi dell’innovazione e della tecnologia. Nel settembre 2007 è diventato vicedirettore generale di FORUM PA. Da gennaio 2010 ne è Direttore Generale.

Chiudi

Atti di questo intervento

374_gianni_dominici.mp3

Chiudi

Intervengono

Cortinovis
Massimo Cortinovis Connexia
Boaretto
Come i media digitali influenzano opinioni e scelte dei cittadini

Andrea Boaretto riporta alcune alcune evidenze internazionali e nazionali elaborate dall’Osservatorio Multicanalità - Consumatore.” Per capire come il consumatore (che poi è anche cittadino) si comporta nelle interazioni  vanno affrontati quattro punti: come evolve lo scenario mediatico, chi è il cittadino multicanale, cosa chiede, come l’ evoluzione e l’emergere dei nuovi media manda in crisi modelli tradizionali di formazione delle opinioni”.  Fornendo dati e sintetiche analisi, sottolinea come “quella a cui assistiamo è una vera e propria mediamorfosi”.

Andrea Boaretto Head of Marketing Projects, School of Management - Politecnico Milano Vedi atti

Atti di questo intervento

375_andrea_boaretto.mp3

Chiudi

Saffirio
Dall'informazione alla relazione, le nuove sfide di Internet. Il caso Torino Lione

Valerio Saffirio nel suo intervento offre una riflessione sul “come cambiano i modelli di comunicazione” attraverso il racconto e l’analisi di un caso concreto:  la linea ferroviaria ad alta capacità Torino – Lione.  In particolare,  si sofferma sulla  strategia di comunicazione on line  adottata per contrastare il movimento no –TAV. “Il primo obiettivo – spiega – è stato quello di offrire una fonte di informazione oggettiva ai cittadini, per equilibrare le voci presenti .”

Valerio Saffirio Orange021 Vedi atti
Cogo
Il web 2.0 nelle istituzioni

“Siamo un circolo di disobbedienti  all’interno della PA perché siamo prima di tutto dei cittadini”.  Così Gianluigi Cogo apre il suo intervento sul web 2.0 nelle istituzioni. “Dopo 8 anni di interventi sul 2.0 dobbiamo prendere atto che nella PA italiana non ha attecchito” . Tra le motivazioni:  l’ostinazione della PA nel riprodurre in digitale le sue “perversioni organizzative e di processo”,  una visione assolutamente autoreferenziale e immobilista che porta alla proliferazione di portali inutili che i cittadini non usano, un utilizzo poco civico dei social media da parte degli stessi cittadini. Conclude  “finché non vedrò una amministrazione chiudere il suo portale e andare sul web sociale, vuol dire che il 2.0 non ha preso piede.

Gianluigi Cogo Project Manager Agenda Digitale del Veneto - Regione Veneto Biografia Vedi atti

Da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde la cultura digitale nella Pubblica Amministrazione.

In rete dai primissimi anni '90, fonda nella sua città la prima rete civica: 'Venice On-Line' e poi il primo portale cittadino: 'Venezia.Net'. Verso la fine degli anni '90 fonda, assieme ad altri colleghi, il primo network dei comuni della Provincia di Venezia 'Polo Est' e infine uno dei primi social network italiani: 'Networkingitalia.it'.

Presso la Regione Veneto, dove attualmente si occupa di Agenda Digitale, Open Innovation e Competenze digitali, ha creato la prima intranet collaborativa 2.0. In ambito di coordinamento tecnico fra le regioni italiane guida il gruppo interregionale “IoT, big data e smartness” e nel passato ha sviluppato Ritef, la 'rete delle regioni per l'e-learning'. Fin dai primi anni 2000 è stato uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia. E' attualmente docente a contratto all'Università Ca' Foscari dove tiene il corso  'Gestione dei dati digitali" e dove ha tenuto per sei anni il corso 'Social media e web apps'. Presidente di Assint (Associazione per lo sviluppo dell'innovazione e delle nuove tecnologie), membro dell'esecutivo dell'Istituto per le politiche dell'innovazione e recentemente Digital Champion per la città di Venezia. E' stato, inoltre, per 5 anni direttore scientifico del premio eGov e ha fondato l'Associazione Italiana per l'Opengovernment di cui è stato Segretario Generale.

E' molto attivo in rete con il suo blog: http://webeconoscenza.gigicogo.it e collabora continuamente con diverse istituzioni per master e corsi sull'Opengovernment-data e sulle Digital strategies per le politiche pubbliche. Autore dei libri "La cittadinanza digitale" e "I siti web della pubblica amministrazione". "I Social Network per la PA" e "Business Networking", nonchè coautore di "Tecnologie digitali per la comunicazione pubblica" collabora con diverse testate giornalistiche sui temi del digitale.

Chiudi

Pennone
MetroNapoli Web-TV

Domenico Pennone presenta  MetroNapoli, il primo magazine della PA  collegato con la rete civica e realizzato con finanziamenti europei.  Nel riportare l’esperienza ella Provincia di Napoli, rileva che in commesse che riguardano prodotti di comunicazione non sempre i rapporti con le aziende funzionano , suggerendo che “la gara d’appalto non è probabilmente il metodo più appropriato”.

Domenico Pennone Direttore Rete Civica Metropolitana - della Provincia di Napoli Biografia Vedi atti

Giornalista professionista, esperto di Comunicazione e Pubbliche Relazioni nella Pubblica Amministrazione, collabora alla realizzazione della Guida Normativa Italiana (Maggioli) e dello Speciale su innovazione e comunicazione del Sole24ore. Direttore della ReteCivic@Metropolitana, attualmente è Capo Ufficio Stampa presso la Città Metropolitana di Napoli, direttore responsabile del magazine on-line MetroNapoli.it e del periodico d'informazioni europee EuropaPiù.
Dal 2003 al 2008 ha lavorato con l’autorità di Gestione del POR- Regione Campania come esperto Senior di comunicazione e di politiche di e-government

Chiudi

Pietrangeli
Dall'informazione alla relazione, le nuove sfide di Internet. Il caso Metzeler

Nel  giugno 2007 Metzeler decide di investire nel Web 2.0 . Perché? “Perché – risponde -  Francesco Pietrangeli Metzeler capisce quanto sia importante avere un rapporto diretto con i consumatori senza dover necessariamente avere come tramite i dealer”.  Partendo dalla consapevolezza che le “opinioni degli altri sono la nuova pubblicità – spiega - il progetto di Metzeler è stato studiato per fornire occasioni di intrattenimento, informazione e relazione a tutti i possibili target/consumatori.”

Francesco Pietrangeli Marketing Manager - Pirelli Tyre Vedi atti
Chieppa
Analisi della Reputation on line ed il nuovo Portale del Turismo della città di Milano

“La reputazione è fattore critico di successo turistico, economico e commerciale per una città” Da questa premessa nasce la strategia di comunicazione 2.0 del Comune di Milano.  "Il Comune - spiega Maria Chieppa -  sta investendo per allineare la comunicazione e l’informazione offerta a quella di città concorrenti". Dall’ analisi del microblogging sulla città alla costruzione di iniziative di informazione e comunicazione sul web, la città di Milano cambia strategia.

Maria Chieppa Direttore Centrale Turismo, Marketing territoriale ed Identità - Comune di Milano Vedi atti
Celentano
Broadband Smart Communities

Una “broadband smart community “ è un nuovo concetto definito da due elementi chiave:  la presenza di una infrastruttura in grado di garantire una connettività broadband el’implementazione del paradigma “Smart”, per una migliore qualità della vita. La visione presentata da Raffaele Celentano vede nella rete broadband convergente ed IP-based un elemento centrale per lo sviluppo di broadband a sostegno di cittadini e PMI. In questo contesto - continua -  la PA può essere un importante driver di mercato.

Raffaele Celentano Alcatel Vedi atti
Torna alla home