Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 11:00 a 13:00

Comunicare 2.0: dalla carta al bit [ EG.08 ]

(in collaborazione con CNR)

Il web 2.0 ha cambiato internet e lo schema della comunicazione in rete. La rete è sempre più un ambiente interattivo, dove tutti coloro che lo vogliono possono partecipare ai processi di comunicazione. Queste modalità di comunicazione si affermeranno sempre di più con il crescere della generazione dei “nativi digitali”, tutti i ragazzi nati dal 1990 in poi, cresciuti con le tecnologie digitali come i computer, Internet, telefoni cellulari e MP3. In questo nuovo scenario le amministrazioni pubbliche possono pensarsi in modalità 2.0?

Molte amministrazioni stanno facendo propri questi strumenti e si trovano a riflettere sui mutamenti radicali che implica questa scelta: come sono cambiati i comportamenti del pubblico in relazione allo sviluppo e all'uso di queste tecnologie? Come e quale tecnologia scegliere per dialogare con i propri pubblici? Cosa comporta la condivisione dei contenuti da un punto di vista legale e amministrativo? Quali le logiche da utilizzare per la comunicazione istituzionale che presuppone - per essere credibile - una distinzione dei ruoli tra i soggetti coinvolti? Il seminario si propone di affrontare questi e altri interrogativi in modo da delineare uno scenario di riferimento, esaminando anche casi concreti.

L'uso di internet (social network, chat, you tube, ecc.) sta cambiando alcuni comportamenti, alcuni approcci ed anche alcune abitudini quotidiane: ma come? ci condiziona o ci offre delle opportunità? E' veicolo di informazione o ci bombarda di notizie? Affronteremo gli aspetti sociologici, che evidenziano il cambiamento di comportamento e di approccio nei confronti della comunicazione e della informazione, offriremo alcuni spunti per imparare ad usare i nuovi media come nuovo strumento attraverso cui veicolare l'informazione pubblica. Non trascureremo certo gli aspetti legali e giuridici di cui una PA deve necessariamente essere consapevole per usare gli strumenti di comunicazione 2.0 ed infine un esempio di comunicazione intergrata promossa dal Registro .it, l'anagrafe italiana dei nomi a dominio, sarà la base di una discussione per guidare il pubblico a trovare una soluzione adatta per le proprie esigenze.

Programma dei lavori

Intervengono

Laforenza
Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Lo scenario

Domenico Laforenza introduce il convegno “Comunicare 2.0: dalla carta al bit”, sottolienando i grandi cambiamenti che il 2.0 sta portando in campo sociale ed economico. Al centro della sua riflessione gli hot topics del web 2.0 summit di San Francisco. “Le opportunità sono incredibili – afferma – ma su questa strada ci sono questioni che vanno tenute sotto controllo.” Una su tutte, la privacy.

Domenico Laforenza Direttore dell'Istituto di informatica e telematica e del Registro.it - CNR Biografia Vedi atti

Domenico Laforenza è direttore dell’Istituto di Informatica e Telematica (www.iit.cnr.it) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Pisa dal 1 luglio 2008, responsabile del Registro italiano per i nomi a dominio di Internet (www.nic.it), l’anagrafe dei domini Internet sotto .it, e membro del Board of Directors del Registro europeo EURid (www.eurid.eu), che gestisce i nomi a dominio di Internet per l’Europa.

Dall’aprile 2015 è membro del Horizon 2020 “Future and Emerging Technologies” Advisory Group:

(http://ec.europa.eu/transparency/regexpert/index.cfm?do=groupDetail.groupDetail&groupID=2963)

Da gennaio 2014 è presidente dello “European Research Consortium for Informatics and Mathematics (ERCIM)” www.ercim.eu

Dal gennaio 2013 è presidente dell’Area della Ricerca CNR di Pisa (www.area.pi.cnr.it).

Da aprile a dicembre 2012 è stato coordinatore del Comitato Ordinatore del Dipartimento “Ingegneria, ICT e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti” del CNR.

Inizia a lavorare al CNUCE (Centro Nazionale Universitario di Calcolo Elettronico) nel 1972 dove ricopre funzioni di operatore, programmatore e performance evaluator sino al 1981. Nel 1977 si laurea in Scienze dell'Informazione all'Università di Pisa. Dal 1981 è stato ricercatore nel settore della Scienza e delle Tecnologie dell’Informazione e i suoi principali campi di interesse sono: calcolo ad elevate prestazioni, applicazioni informatiche di elevata complessità e programmazione di sistemi paralleli. Attualmente si occupa anche di tematiche relative alla Internet Governance e alle Smart Cities.

Per ulteriori e più dettagliate informazioni:

http://hpc.isti.cnr.it/~lafo/domenico/Main_Page.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Domenico_Laforenza

Chiudi

Atti di questo intervento

647_domenico_laforenza.mp3

Chiudi

Mignella Calvosa
Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Gli aspetti "sociali"

Nella sfera sociale sono notevoli i cambiamenti che il 2.0 introduce, come spiega Fiammetta Mignella Calvosa nel suo intervento. Cambia la relazione, la percezione e la misurazione dello spazio così come la percezione e la misurazione del tempo. Cosa succede alle relazioni e ai modi di lavorare quando il 2.0 si cala nella PA? Alla catena delle funzioni si sostituisce quella delle responsabilità, al principio del precedente la partecipazione e le regole condivise. Si aprono  - però  - anche nuove questioni sociali mentre si delineano nuovi ruoli.

Fiammetta Mignella Calvosa Università Lumsa di Roma Vedi atti
Ferrazzoli
Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Gli aspetti "informativi"

Attraverso l’esperienza del CNR, Marco Ferrazzoli affronta la questione del “quanto pesano digitale, affini e dintorni nella comunicazione di un ufficio stampa della Pa”. In questo contesto riporta i lavori in corso al CNR, sottolineando i passi in avanti verso un approccio 2.0 pur riconsocendo le criticità: dalle resistenze interne all’insufficienza di relazioni con il mondo di blog e social network.

Marco Ferrazzoli Capo Ufficio Stampa - CNR Vedi atti
Menchetti
Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Gli aspetti "legali"

Patrizio Menchetti offre una dettagliata presentazione dell’impatto giuridico di un apporccio 2.0 alle attività di comuncazione.  In sintesi, sono due le aree interessate: privacy e tutela dei minori e proprietà intellettuale. Nel dare i riferimenti giuridici a livello nazionale e comunitario, individua le responsabilità emergenti in materia civile  e penale così come  le principali sanzioni amminsitrative.

Patrizio Menchetti Esperto di Internet e Informatica Vedi atti
Vaccarelli
Comunicare 2.0: dalla carta al bit. Il caso Registro.it

Anna Vaccarelli presenta il Il Registro.it, il nuovo sistema di registrazione dei domini a suffisso .it e la campagna di comunicazione che porta lo stesso nome. "Registro.it  ha portato una serie di cambiamenti importanti - spiega - in termini di procedure, di immagine e di comunciazione". Presentando la campagna di comunicazione collegata, ne illustra gli obiettivi: contribuire alla diffusione della cultura di Internet  e a un uso consapevole della rete oltre che alla valorizzazione dei nomi a dominio a suffisso .it .

Anna Vaccarelli Responsabile Relazioni Esterne, Media e Comunicazione - CNR Biografia Vedi atti

 

Nata a Taranto nel 1959, laureata a Pisa in Ingegneria Elettronica, svolge attività di ricerca e di docenza nel settore della Information security. Coordinatore e responsabile scientifico di numerosi progetti di ricerca, nonché responsabile del gruppo di ricerca di Sicurezza dell'informazione dell'Istituto di Informatica e Telematica del Consiglio nazionale delle Ricerche fino al 2007, è anche vicepresidente dell'associazione Assosecurity.

Attualmente è responsabile delle Relazioni Esterne, Media e Comunicazione del Registro .it, l'anagrafe dei domini italiani, che cura l'immagine del Registro .it, i rapporti con gli utenti e con i media.

Chiudi

Atti di questo intervento

651_anna_vaccarelli.mp3

Chiudi

Torna alla home