Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

La nuova "Carta dei doveri" [ B.17 ]

La "Carta dei doveri delle amministrazioni pubbliche" raccoglierà in un unico provvedimento i diritti dei cittadini e i doveri delle pubbliche amministrazioni nei loro confronti, in modo da definire con chiarezza quali comportamenti l'amministrazione è obbligata a tenere o a evitare nello svolgimento delle proprie attività e nell'erogazione dei servizi, con individuazione delle sanzioni da applicare in caso di mancato adempimento degli stessi obblighi. La legge delega è all'esame del Parlamento: il convegno propone un confronto su questo importante provvedimento.

Programma dei lavori

Rosetti
La nuova Carta dei doveri. L'iter legislativo

Introducendo il panel che si confronterà sulla nuova "Carta dei doveri", Riccardo Rosetti traccia un breve excursus sul disegno di legge istitutivo della Carta, al momento all’esame della Commissione Affari Costiruzionali della Camera.

Riccardo Rosetti Capo Ufficio Legislativo - Ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Vedi atti

Atti di questo intervento

107_riccardo_rosetti.mp3

Chiudi

Intervengono

Simi
Principi e criteri nella nuova "Carta dei doveri"

“I principi affermati  nella nuova  Carta dei doveri sono pochi e relativamente semplici”. Così Andrea Simi apre una sintetica disamina della Carta, per centrare il suo intervento sul provvedimento di codificazione, richiesto dalla delega  secondo i criteri di semplificazione e riordino. “Il punto centrale – spiega – è il ragionamento da fare sulla codificazione. Se fosse meramente compilativa servirebbe a poco, mentre è assolutamente necessario assicurare la coerenza logica dell’ordinamento” .

Andrea Simi Consigliere - del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Biografia Vedi atti

Nato a Roma il 12 giugno 1949. Sposato, con due figli.

Laureato in Giurisprudenza con lode.

Funzionario del Senato dal 1973 al 1997, è stato fra l’altro Segretario della Commissione Giustizia, titolare dell’Ufficio di Segreteria dell’Assemblea, Membro del Consiglio direttivo dell’Amministrazione, Direttore del personale, Direttore del Servizio prerogative e immunità.

Consigliere giuridico e poi Capo Ufficio legislativo del Ministro per la funzione pubblica, Direttore Generale della Cassa di Previdenza dei Dottori commercialisti, Direttore Generale dell’INPDAP, Esperto del Nucleo per la semplificazione delle norme e delle procedure presso la Presidenzadel Consiglio dei Ministri, Vice Capo di Gabinetto e poi Capo Ufficio legislativo presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Esperto della Struttura di Missione a supporto del Ministro per la Semplificazionenormativa.

Ha svolto attività didattica presso la “LUISS management”. Autore di alcune pubblicazioni scientifiche e di due volumi concernenti la poesia greca arcaica.

E' stato consigliere giuridico del Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione e coordinatore della “ Delivery unit” per l’implementazione della riforma della pubblica amministrazione e del pubblico impiego.

Chiudi

Atti di questo intervento

108_andrea_simi.mp3

Chiudi

Zucchelli
Contro l'utopia della trasparenza. Una riflessione sulla nuova Carta dei Doveri

“ Quando le regole normative rimangono lettera morta, nonostante vengano reiterate,  vuol dire per definizione che sono sbagliate”. In un intervento che lui stesso  riconosce “politicamente scorretto”, Claudio Zucchelli ricorda che nessuna norma ha mai cambiato la realtà,  proponendo un’analisi della nuova Carta dei doveri alla luce delle categorie giuridiche di obbligo, dovere e diritto. Dedica una riflessione particolare sulla trasparenza. “Esistono margini di riservatezza – spiega – che non vanno  gettati acriticamente nel concetto di trasparenza.  Una esasperazione del concetto di trasparenza potrebbe portare ad effetti paradossali  sull’agire della PA che – bisogna ricordare – si muove in equilibrio tra interessi concorrenti e quasi mai identificabili in un unico bene comune.  La PA deve sempre scegliere.”

Claudio Zucchelli Capo Dipartimento per gli Affari giuridici e legislativi - Presidenza del Consiglio dei Ministri Vedi atti

Atti di questo intervento

1494_claudio_zucchelli.mp3

Chiudi

Martone
La nuova Carta dei doveri nella riforma in corso

“Molti principi presenti nella Carta dei doveri sono già presenti nel nostro ordinamento, ma restano di fatto inattuati”. Michel Martone propone la sua lettura della Carta dei doveri, interpretandone lo spirito nella più ampia riforma in atto. “Il primo passo è rendere chiari i doveri delle amministrazioni,  il secondo è predisporre una sorta di ufficio reclami, a cui il cittadino può rivolgersi prima della via giurisdizionale”.

Michel Martone Ordinario di Diritto del lavoro - Università degli studi di Teramo Biografia Vedi atti

Nel novembre 2011 è stato nominato Vice Ministro al Lavoro nel Governo tecnico guidato dal Prof. Mario Monti.

Professore ordinario di Diritto del lavoro, insegna presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli studi di Teramo.
E' docente stabile presso la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione della presidenza del Consiglio dei Ministri.
Professore incaricato di Diritto del Lavoro presso la Facoltà di giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma, L.U.I.S.S. Guido carli. Nella stessa Università insegna anche "Politiche di gestione e risoluzione dei conflitti" nell'ambito del master universitario di primo livello "Affari politici Italiani (MAPI).
E' stato segretario della Commissione scientifica per la redazione di uno Statuto dei lavori istituita, presso il Gabinetto del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, con decreto ministeriale del 4 marzo 2004 e di altre commissioni ministeriali.
Rappresento l'Italia nel consiglio di Amministrazione di EuroFound, la Fondazione di Dublino istituita dalla Comunità europea per approfondire le problematiche delle relazioni industriali a livello continentale.
Avvocato del Foro di Roma, patrocinante presso la Suprema Corte di Cassazione.
Tra le pubblicazioni, si ricordano:
Governo dell'economia e azione sindacale, nel Trattato di diritto commerciale e diritto pubblico dell'economia diretto da Francesco Galgano, vol. XXXIX, Padova, 2006 (selezionato tra i "Libri dell'anno della scienza giuridica" dalla Giuria dell'Istituto Luigi Sturzo, presieduta dal Prof. Giuliano Crifò).
Contratto di lavoroe "beni immateriali", nella Collana dell'Istituto di diritto privato dell'Università degli studi di Roma "La Sapienza", n.61, padova, Cedam, 2002.
Voce Concertazione, in Enciclopedia giuridica Treccani.
Voce Lavoro (inserimento al), in Enciclopedia giuridica Treccani.
L'esperienza italiana in Europa e concertazione. Modelli a confronto, a cura di Roberto Pessi, Cedam 2009.
Contrattazione interconfederale, in Annuario del lavoro, a cura di Massimo Mascini 2009.
La fase corporativa (inclusa la formazione del Codice Civile), nel Trattato di diritto del lavoro, a cura di Mattia Persiani e Franco Carinci, in corso di pubblicazione. 
 

Chiudi

Atti di questo intervento

362_michel_martone.mp3

Chiudi

Guzzetta
La nuova Carta dei doveri serve alla PA?

“Partiamo dal presupposto che questa Carta serva ai cittadini, ma serve alla PA?” Con una provocazione si apre l’intervento di Giovanni Guzzetta, che continua analizzando l’irriversibile mutamento in corso della PA, da un modello autoritativo a uno di servizio. “Davanti alla crisi della gerarchia che viviamo, la Carta dei doveri ha un’importante funzione sollecitatoria in realzione a tre ordini di necessità che la PA si trova ad affrontare con urgenza: la razionalizzazione delle risorse, la riduzione dei costi degli oneri amministrativi sulla società, la nascita di una cultura che nasca dal fare”.

Giovanni Guzzetta Consigliere - del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Vedi atti

Atti di questo intervento

363_giovanni_guzzetta.mp3

Chiudi

Torna alla home