Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 15:00 a 18:00

La buona trasparenza [ B.08 ]

Amministrazione aperta e diritto di privacy nel processo di riforma

La riforma della pubblica amministrazione che prende il nome dal Ministro Brunetta ha come cardini la valutazione, il riconoscimento del merito e la trasparenza e come obiettivo il miglior servizio ai cittadini  e alle imprese.

Sempre più spesso il diritto alla trasparenza (la cosiddetta total disclosure) e all’efficienza (la restituzione di valore ai taxpayers) “dialoga” oggi con il diritto alla riservatezza e alla protezione dei dati personali, non in un’opposizione che non avrebbe senso, ma in una continua dialettica tesa alla crescita della sensibilità e della consapevolezza delle stesse amministrazioni pubbliche e dei cittadini. Tanto più in presenza di un inarrestabile processo di digitalizzazione e di accessibilità on line a servizi e informazioni.

Appare quindi opportuno che in un contesto come FORUM PA 2010 (Fiera di Roma 17-20 maggio), dove i temi dell’innovazione si affiancano da sempre a quelli dei servizi e dei diritti, venga proposto un articolato percorso di approfondimento su garanzia dei dati personali e trasparenza nel processo di riforma.

Programma dei lavori

Pizzetti
Francesco Pizzetti Presidente - Garante per la Protezione dei Dati Personali Biografia

Presidente dell'Autorità Garante per la protezione dei dati personali dal 18 aprile 2005 a giugno 2012.

Nato ad Alessandria nel 1946, è’ ordinario di diritto costituzionale all'Università di Torino dal 1980. Ha insegnato per 8 anni all'Università di Urbino. Pro Rettore dell'Università di Torino dal 1984 al 1987. Vice sindaco di Torino dal 1990 al 1993.
É stato consigliere costituzionale del Presidente del Consiglio Giovanni Goria nel 1987 e del Presidente del Consiglio Romano Prodi dal 1996 al 1998. Contemporaneamente ha ricoperto il ruolo di segretario della Conferenza Stato-Città Autonomie locali, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei ministri.
É stato consigliere giuridico del Ministro della Funzione Pubblica Franco Bassanini. Direttore della Scuola Superiore della Pubblica amministrazione dal 1998 al 2001, è stato poi membro del Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa dal 2000 al 2004.
Si è occupato di riforme istituzionali, diritto regionale e ordinamenti federativi.
Ha scritto numerosi saggi e articoli scientifici in materia di diritto costituzionale, italiano e comparato, diritto regionale e diritto pubblico.

Chiudi

Intervengono

Martone
Antonio Martone Componente - CiVIT
Naddeo
I benefici della trasparenza e le novità introdotte dal D.lgs. 150/09

 

Dalle auto blu alla contrattazione integrativa, dalla pubblicazione delle consulenze a quella dei curricula dei dirigenti, Antonio Naddeo analizza i nuovi provvedimenti sulla trasparenza introdotti dalla riforma Brunetta, ne evidenzia l’importanza per il controllo democratico e sottolinea come tutte le iniziative siano state concordate con il Garante della privacy per rispettare l’esigenza di tutela dei dati personali.

Antonio Naddeo Capo - Dipartimento della Funzione Pubblica Biografia Vedi atti

Laureato in Economia e Commercio presso l’Università di Roma, è consigliere della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 2005 ed è stao Capo Dipartimento della Funzione Pubblica dal 2006 al 2014.

Entrato nella pubblica amministrazione nel 1989, mediante pubblico concorso, alla Ragioneria Generale dello Stato, dal 1995 al 1997 ha prestato servizio presso l’ARAN come esperto; dal 1997 è al Dipartimento della Funzione Pubblica.

Nel 1998 mediante pubblico concorso ha avuto la nomina di dirigente di II^ fascia e nel 2002 ha avuto il primo incarico di Direttore Generale. Tra gli altri titoli è dottore Commercialista e Revisore Ufficiale dei Conti.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

6_antonio_naddeo.mp3

Chiudi

Pistella
L’equilibrio dinamico tra diritti e finalità nel rapporto tra privacy e trasparenza

Fabio Pistella analizza i nuovi rapporti tra trasparenza e privacy impostati dalla riforma Brunetta secondo i principi della fisica. Equilibrio dinamico, energia, entropia, metrica, variabile temporale e permeabilità sono solo alcuni degli strumenti attraverso cui procede la sua analisi. Successivamente Pistella si concentra sul contributo delle nuove tecnologie per l’incrocio dei dati, affronta il nodo dei motori di ricerca e in conclusione illustra il ruolo che spetta a DigitPA nell’intero processo. 

Fabio Pistella Commissario Straordinario - DigitPA Biografia Vedi atti

Presidente del CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione) dall’agosto 2007 è ora Commissario Straordinario dello stesso ente diventato DIGIT PA

Nato a Brescia nel 1944, laureato in Fisica nucleare con lode, ha svolto attività di ricercatore, di manager in strutture di ricerca e promozione industriale e di docenza universitaria.
Dal luglio 2004 al luglio 2007 Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche, nel 2003-2004 componente del Collegio dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas. Dal 1997 al 2003 professore di ruolo - ora in quiescenza - presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma Tre, dove ha insegnato “Economia Applicata all’Ingegneria”. Negli ultimi anni ha insegnato per incarico “Economia e gestione dell’innovazione” presso la Facoltà di Economia dell’Università LUISS di Roma.
Negli anni 2000: Presidente dell’APRE, Agenzia per la Ricerca Europea, Presidente dell’Istituto Nazionale di Ottica Applicata e componente di organi collegiali dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), del Museo della Scienza e della Tecnica di Milano, del GRTN (ora GSE) (Società pubblica responsabile della gestione della rete di trasporto dell’energia elettrica), del CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali), nonché di numerosi Comitati di consulenza o di programmazione e gestione di investimenti in materia di ricerca scientifica e innovazione tecnologica, di energia e di ambiente a livello nazionale e internazionale.
Dal 1981 al 1997 Direttore Generale dell’ENEA, Presidente (dal 1989 al 1992) della finanziaria pubblica REL per la ristrutturazione delle imprese per l’elettronica di consumo, oltre che Presidente o Consigliere d’Amministrazione di varie strutture nel settore della ricerca, sviluppo e innovazione. Dal 1967 al 1981 ricercatore nel campo delle applicazioni dell’energia nucleare in varie strutture italiane ed estere. Ha insegnato “Elaboratori Elettronici” presso la Facoltà di Economia dell’Università della Tuscia.

Chiudi

Sabatino
L’inquadramento giuridico del principio di trasparenza

Diego Sabatino definisce il principio di trasparenza in raccordo con gli altri principi e gli altri istituti che informano l’attività amministrativa. Riportando gli argomenti cardine dell’ampio dibattito giuridico sull’argomento, Sabatino individua una tassonomia degli aspetti che confluiscono nella trasparenza e ne definisce gli ambiti di applicazione e gli aspetti funzionali.

Diego Sabatino Consigliere di Stato Vedi atti

Atti di questo intervento

1236_diego_sabatino.mp3

Chiudi

Torna alla home