Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:30 a 13:00

Evento inaugurale di FORUM PA 2010 [ E.01 ]

Oltre la crisi. Il ruolo della PA per un Paese più competitivo basato sul merito e l’innovazione.

La mattina inaugurale di FORUM PA sarà dedicata ad una riflessione sul ruolo della pubblica amministrazione e del settore pubblico per contribuire a che il Paese esca dalla crisi più forte e competitivo, usando la leva dell’innovazione, del riconoscimento del merito, della valutazione dei risultati, della promozione dei talenti.

La stessa visita alla mostra, che costituisce una vetrina straordinaria di amministrazioni centrali e locali e di imprese che hanno scelto l’innovazione e non si sono rassegnate al declino, diviene una conferma che si può tornare a crescere  e a guardare al futuro.

Il convegno, che raccoglie testimonianze diverse sulla centralità dell’innovazione e della promozione del merito, è poi occasione sia per guardare all’anno trascorso,  il secondo di questo Governo, che ha visto tra l’altro l’entrata in vigore di una riforma epocale della PA quale quella portata dal d.lgs 150/09, sia per misurare la strada che ancora è da fare e i traguardi che, insieme, sono alla portata degli sforzi e del coraggio di tutte le componenti del Paese.

Programma dei lavori

Ore 9.30 Cerimonia di inaugurazione

Il Ministro per la PA e l’Innovazione Renato Brunetta taglia il nastro assieme alle autorità presenti. La cerimonia prosegue con la visita inaugurale ai padiglioni espositivi.

Ore 10.30 Convegno Inaugurale: Verso una PA basata sul merito e l’innovazione per superare la crisi.

Coordina

Mochi Sismondi
Carlo Mochi Sismondi Presidente - FPA Biografia

Sono nato nel 1952 a Roma dove vivo, ho due figli di età diversa (21 e 39 anni), sono nonno. All’Università ho scelto Economia e Commercio da ragazzo e Filosofia da adulto con un approfondimento in pedagogia sul recupero dei ragazzi drop-out. Ho fatto per dieci anni l'operaio (falegname) e poi mi sono occupato di marketing, di ricerca, di progetti di privato-sociale, tra cui la realizzazione del primo progetto integrato di lotta alla povertà a Tor Bella Monaca (Roma).

A cominciare dall’autunno del 1989 sono stato l’ideatore e l’animatore del FORUM PA, la più grande ed importante manifestazione europea, espositiva e congressuale, dedicata all’innovazione nella pubblica amministrazione e nei sistemi territoriali giunta ormai alla 30^ edizione. Nella mia ormai trentennale attività di costruttore e animatore di reti, ho collaborato con 19 Governi e con 17 diversi Ministri della Funzione Pubblica, mantenendo una sostanziale terzietà, ma contribuendo a sostenere tutte le azioni innovative che si muovessero verso una PA più snella, più moderna, maggiormente orientata ai risultati e in grado così di restituire valore ai contribuenti e innovazione al Paese.
Ho svolto e svolgo attività didattica presso università e scuole della PA: dalla Scuola Superiore della PA alla Scuola Superiore per la PA locale, al Formez, a vari Istituti pubblici e privati. Ho scritto e scrivo articoli ed editoriali su quotidiani nazionali e riviste specializzate nel campo della comunicazione pubblica e dell’innovazione delle amministrazioni. Nei miei contatti continui con la politica e le amministrazioni a volte perdo la pazienza, mai la speranza.

Chiudi

Intervengono

Rosati
Oltre la crisi, verso la Carta delle Autonomie

“Parlando di innovazione dobbiamo rilevare che in Italia l’ascensore sociale si sta fermando. L’unica soluzione possibile è la meritocrazia” Così Antonio Rosati apre il suo intervento, che continua con una richiesta per il Ministro: “in attesa della Carta delle Autonomie, rivediamo il Patto di stabilità, per rendere possibile meno spesa corrente e più investimenti nei bilanci degli enti locali”. 

Antonio Rosati Assessore alle Politiche finanziarie e di bilancio - Provincia di Roma Vedi atti

Atti di questo intervento

1357_antonio_rosati.mp3

Chiudi

Cavallari
Evitiamo la società digitale a due velocità

"Il nostro sguardo è al futuro, ma la nostra generazione di amministratori ha un compito molto importante: sviluppare i sistemi informativi in parallelo alla cultura di quanti dovranno utilizzarli. E’ nostro dovere – conclude Cavallari – evitare che si sviluppi una società a doppia velocità nei rapporti con la PA”.

Enrico Cavallari Assessore Personale e Decentramento Ammministrativo - Comune di Roma Vedi atti

Atti di questo intervento

1358_enrico_cavallari.mp3

Chiudi

Martone
La mission di CiVIT nella riforma della PA

Antonio Martone presenta la mission di CiVIT. La Commissione indipendente dovrà assicurare la valutazione delle strutture e delle singole persone che lavorano nella PA, declinando i parametri di efficienza e merito; assicurare la trasparenza e l’integrità della PA, aumentando il controllo sociale; stabilire gli standard qualitativi di tutti i servizi pubblici, rendendo efficace l’azione collettiva verso la PA.

Antonio Martone Componente - CiVIT Vedi atti

Atti di questo intervento

172_antonio_martone.mp3

Chiudi

Pileri
L'industria al fianco della PA per superare la crisi

“Nel suo operare, la PA non si muove come una monade ma in correlazone con il contesto sociale”. In quest’ottica, continua Stefano Pileri, “Confindustria si pone come partner della PA nel suo processo di digitalizzazione”.  Ricordando gli impegni assunti e i risultati ad oggi conseguiti (“le imprese usano servizi digitali a circa il 66% rispetto al 100% possibile”), traccia l’agenda delle priorità dal punto di vista degli industriali italiani.

Stefano Pileri Presidente - Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Biografia Vedi atti

Presidente di Confindustria Servizi innovativi e tecnologici, la Federazione di Confindustria che rappresenta le imprese di telecomunicazioni, informatica, radiotelevisione, comunicazione e marketing, consulenza, applicazioni satellitari, ingegneria, certificazione e facilità management.

E’ nato a Roma nel 1955.
Nel 1982 inizia la sua carriera lavorativa in SIP, ove ha occupato responsabilità crescenti
nell'ambito della Rete ed in particolare nel settore dei Sistemi di Gestione.
Dal 1993 al 1994 è Responsabile della Rete nel territorio dell'Emilia Romagna. Nel 1996
assume la responsabilità della Pianificazione e Sviluppo Clienti Rete nell'ambito della Divisione Rete di Telecom Italia.
Nel 1997 ricopre l'incarico di Responsabile dell'Area Pianificazione e Sviluppo della Direzione Rete.
Nel 1998 è nominato Responsabile della Direzione Rete di Telecom Italia SPA; dal 2000, con le stesse funzioni, opera nell'ambito della Business Unit Wireline.
Nel 2005 assume anche la responsabilità di Chief Technology Officer del Gruppo Telecom
Italia, alle dirette dipendenze del Presidente, con il compito di assicurare l’indirizzo ed il
coordinamento dell’integrazione fisso-mobile e lo sviluppo tecnologico delle reti del Gruppo. Dal gennaio 2007 al gennaio 2008 ha ricoperto l’incarico di Direttore Generale di Technology.

Chiudi

Atti di questo intervento

1_stefano_pileri.mp3

Chiudi

Castiglione
Oltre la crisi. Il ruolo delle Province

“La Provincia si trova ad essere un importante punto di raccordo nel rapporto cittadini – PA”.  Da qui, argomenta Castiglione, deriva” il ruolo di centralità strategica dell’ente provincale, in materia di pianificazione”.  “Le Province  - continua  - in linea con quanto emerso dall’ultimo Congresso UPI, si impegnano ad essere parte attiva a fianco del Governo per  la riforma della PA”.

Giuseppe Castiglione Presidente UPI e - Presidente Provincia Regionale di Catania Vedi atti

Atti di questo intervento

142_giuseppe_castiglione.mp3

Chiudi

Polverini
L'impegno della Regione Lazio per superare la crisi

La neoeletta Renata Polverini traccia un quadro sintetico di quanti e quali siano i compiti della Regione nell’attuale periodo di crisi. “Liberare risorse a servizio dei sistemi produttivi e fornire regole certe, creando contesti di investimento e sviluppo. Questo – continua è l’impegno della Regione Lazio, prima tra le Regioni ad aver sottoscritto con il Ministro Brunetta un Protocollo sperimentale per l’attuazione della riforma”.

Renata Polverini Presidente - della Regione Lazio Vedi atti

Atti di questo intervento

138_renata_polverini.mp3

Chiudi

Conclude

Premiazione del Concorso “Premiamo i risultati”

Sono  295 in totale  i piani di miglioramento che riceveranno dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta un’attestazione dell’ impegno che ha consentito alle amministrazioni partecipanti  il raggiungimento dei risultati previsti, nel rispetto di quanto programmato.
Nel corso dell’evento di premiazione saranno anche presentati i risultati di un’indagine, che ha coinvolto i responsabili dei 295 piani, volta a verificare le ricadute della partecipazione al Concorso sulle amministrazioni, sia in fase di realizzazione dei piani che a valle della stessa.

Torna alla home